ATP Tokyo: Monfils-Kyrgios semifinale spettacolo. Cilic sfiderà Goffin

Giornata senza sorprese a Tokyo. Kyrgios elimina Muller, Monfils piega in due tiebreak Karlovic. Cilic fatica un solo set contro Monaco, Goffin è costretto al terzo da Sousa

ATP Tokyo: Monfils-Kyrgios semifinale spettacolo. Cilic sfiderà Goffin

L’ultimo in ordine cronologico ad ottenere il pass per la semifinale del torneo della capitale giapponese è il francese Monfils, che si trova di fronte l'”aceman” Karlovic, che qualche mese fa ha sconfitto, dopo aver salvato match point, nella finale di Washington. Come nelle previsioni è stato un match in cui la battuta ha avuto un ruolo predominante e con Monfils capace di operare delle difese in allungo incredibili. Il primo set è “on serve”, anche se è Ivo a dover affrontare due palle break che porterebbero il francese sul 7-5, ma il croato neutralizza il pericolo con la solita flemma e con due servizi solidi. Nel tie-break Gael prima annulla un set point, poi ottiene finalmente un mini break che diventa decisivo ed il transalpino va avanti nel punteggio. Karlovic continua ad assestare servizi vincenti (gli ace alla fine saranno appena 9) e per la prima volta toglie la battuta al finalista di Monte Carlo del 2016. Dal 4-1 il n.2 del tabellone si scuote e trova il 4-4, ma il croato ha commesso un errore al volo incredibile, una volée di diritto, decisamente facile per le sue doti di tocco, che si stampa sul nastro e ricade nel suo campo. Si torna alla normalità ed è nuovamente il tie-break a sancire la supremazia complessiva del francese, che possiede un repertorio più completo e vario dell’esperto Ivo. Per Gael sono punti importanti in previsione della corsa al Master di fine anno, dove è in sesta posizione, ma il transalpino, dovrà fare attenzione all’australiano Kyrgios.

Prestazione opaca di Goffin, che dopo aver perso malamente il primo parziale in appena 27 minuti, è riuscito a rimontare un coriaceo Sousa. Il portoghese ha avuto un approccio alla partita straordinario, in quanto ha controllato da subito lo scambio ed ha spesso cercato la rete. Il belga è apparso abulico, senza forze e del tutto inerme sotto i colpi del suo avversario. Il gioco del lusitano è molto dispendioso da praticare, perché vario e sempre rivolto alla ricerca costante del vincente, questa tattica impone una tenuta fisica perfetta e una capacità di concentrazione elevata. Joao è spesso vittima di cali di tensione, anche contro Goffin ha pagato qualche scelta tattica velleitaria e un paio di errori evitabili, soprattutto quando è stato sotto nel punteggio. Il belga, con il passare dei minuti, ha trovato la misura dei suoi colpi ed è riuscito a mettere sul campo le solite geometrie pulite. Goffin ha una costruzione del punto invidiabile, perché alterna angoli stretti a lungolinea precisi e chirurgici. Goffin, dal 4-1 a suo favore nel secondo parziale, si è disunito ed è tornato ad essere falloso e poco incisivo da fondo. Sousa ha ristabilito la parità, ma nel dodicesimo gioco ha smarrito il servizio e questo ha permesso al suo avversario di conquistare il break e di portare il match al terzo. Il portoghese, ormai sulle gambe, ha poi lasciato campo libero al n.5 del seeding che centra la semifinale dell’ATP di Tokyo.

 

Ad affrontare il belga Goffin in semifinale sarà il croato Cilic, che dopo un primo set combattuto, ha disposto abbastanza facilmente dell’argentino Monaco. Questo match sarà una delle sfide della finale di Coppa Davis in programma dal 25 al 27 novembre a Zagabria. C’è da dire che il sudamericano si è battuto, ma le sue energie sono man mano svanite con il tempo. Juan ha pagato la rimonta, quando era sotto 4-1, del primo parziale, che l’ha visto soccombere sul filo di lana. Incamerato il 7-5, il croato non ha sbagliato quasi nulla, ha spinto meglio con il servizio e con il diritto ha generato una pioggia di vincenti, che hanno annichilito un argentino sempre più sbiadito e falloso.

L’australiano Kyrgios si sbarazza velocemente del lussembughese Muller e centra la semifinale del torneo di Tokyo. Nick, che sta vivendo una stagione di alti e bassi, è sembrato più concentrato del solito e non ha faticato contro un avversario, che dal punto di vista tecnico è decisamente inferiore. C’è stata poca partita, del resto entrambi hanno nel servizio un colpo decisivo e fondamentale per la dinamica del loro gioco. Un 6-4 6-2 senza appello, in cui il n.6 del seeding ha conquistato 89% dei punti con la prima in campo e salvato il 100% delle palle break (tre in totale) concesse. Nick ha lasciato da parte un po’ della sua spavalderia ed è stato abbastanza concentrato, mentre Muller ha fatto il massimo per le sue possibilità odierne. Unica nota tennistica da segnalare è un punto vinto dall’australiano, che risponde al un tweener difensivo di Muller con un colpo in controbalzo tra le gambe, poi successivamente piazza un vincente con un rovescio incrociato perfetto. Kyrgios ama lo spettacolo, tuttavia deve ancora maturare completamente, perché il talento c’è e manca veramente poco per fare il definitivo salto di qualità.

Risultati:

[5] D. Goffin b. J. Sousa 1-6 7-5 6-2
[4] M. Cilic b. [PR] J. Monaco 7-5 6-1
[6] N. Kyrgios b. G. Muller 6-4 6-2
[2] G. Monfils b. [7] I. Karlovic 7-6(6) 7-6(6)

CATEGORIE
TAG
Condividi