Spagna, 34 arresti in una indagine sul match fixing

La Guardia Civil ha trattenuto 34 persone nel corso di una indagine su incontri truccati in tornei Challenger e Futures di Spagna e Portogallo. Sei tennisti tra i fermati

Spagna, 34 arresti in una indagine sul match fixing

Prosegue serrata la lotta della giustizia, sportiva e ordinaria, agli incontri truccati e alle scommesse illegali nel mondo del tennis. Nelle ultime ore sono stati ben 34 gli arresti operati dalla Guardia Civil tra Madrid, Siviglia e La Coruna, queste ultime i due poli principali dell’organizzazione criminale che negli ultimi mesi avrebbe truccato i risultati di numerosi incontri Challenger e Futures, per un guadagno di oltre mezzo milione di dollari. Coinvolti nella retata, scattata grazie alla segnalazione anonima di un tennista alla TIU, anche sei giocatori dal ranking mondiale compreso tra 800 e 1400.

Match sospetti o identificati come falsati sono stati disputati in tornei a Madrid, Siviglia e Porto. Tra i tennisti più giovani, secondo gli inquirenti, c’era anche chi non aveva idea di star partecipando ad una frode sportiva, o chi aveva semplicemente bisogno di soldi per potersi iscrivere ai tornei successivi. A fare da intermediari erano altri tennisti, che in più di una occasione avrebbero addirittura ingannato anche gli stessi atleti, consegnando loro una somma in denaro assai inferiore a quella promessa. Tutti gli arrestati sono di cittadinanza spagnola, e rischiano fino a 4 anni di reclusione.

 

CATEGORIE
TAG
Condividi