Parla Ubaldo: Djokovic, una vittoria che vale doppio [AUDIO]

Il mio pronostico "indovinato" sulla finale di Doha, durante l'UbiDay. Federer ha fatto bene a iniziare a Perth, mentre Nadal...

Parla Ubaldo: Djokovic, una vittoria che vale doppio [AUDIO]

Ho visto la finale di Doha Djokovic-Murray in mezzo ad una ventina di collaboratori dell’UBIDAY giunti da tutt’Italia. Il miglior modo di vedere grande tennis insieme a tanti amici, tanti veri appassionati, Ad un certo punto del match ho proposto un sondaggio fra i presenti: “Chi vincerà questo match secondo voi?”. Insomma quella cose che si fanno tra amici. Vi posso… rivelare in grande confidenza che c’erano, prima che mi pronunciassi io, due voti in più a favore di una vittoria di Murray. Quando qualcuno ha detto, ovviamente scherzando, “Ora tocca a Ubaldo e il suo voto vale doppio!“, ho preso la palla al balzo e ho detto “Vince Djokovic”. Più che per vera convinzione perché così se davvero il mio voto fosse valso per due avremmo raggiunto la parità.
Beh… mi è andata bene, ma è andata bene soprattutto a Djokovic. Nell’audio cerco di spiegare perché questo successo sia importantissimo per lui e perché, sebbene una rondine non faccia primavera, e una vittoria dell’uno o dell’altro non dovrebbe fare differenza in termini di pronostico alla vigilia dell’Australian Open, invece secondo me il modo in cui Djokovic ha raggiunto questo successo ha un significato particolare.

Nell’audio, di qualche minuto e che qui non posso sintetizzare (e non solo per non renderlo vano) tento di spiegare anche che se è vero che Federer non poteva pretendere di riprendere cominciando con un torneo vero e proprio però… e riguardo a Rafa Nadal spostandomi a Brisbane dico come ho visto lui, cosa significa la vittoria di Dimitrov su Raonic e spendo altre considerazioni su Nishikori.
Sarei grato agli utenti che amano commentare su questo sito – e li ringrazio per la preferenza che ci accordano con grande continuità – se riuscissero anche a dirmi che cosa ne pensano riguardo a quello che ho detto. È mia intenzione, e dei ragazzi che oggi erano a Firenze a casa mia, di intensificare l’interazione con voi, il dialogo. A noi fa piacere anche che voi discutiate via via fra voi quello che vi sembra più importante, ma ci piacerebbe anche capire se quello che vi proponiamo è condivisibile, apprezzabile o meno. Sappiamo, scrivendo e suggerendo questo, di correre il rischio di esporsi ai troll… e all’assalto alla diligenza di qualche imbecille del web, o anche di qualche “scorretto” dell’ultima ora, ma pazienza.

 

Buon tennis a tutti e sappiate fin d’ora… in Australia saremo un bel team, con Vanni Gibertini, l’uomo…”degli spunti tecnici” Luca Baldissera, Roberto dell’Olivo sguinzagliato a fotografare di tutto e di più e, ultimo, il sottoscritto al ventiseiesimo Australian Open di fila. Il sostegno di una redazione agguerrita è garantito. Anche su Ubitennis.net, dopo un accordo raggiunto con una società di traduzioni di base in Pennsylvania, faremo sicuri progressi. Vi ricordo di dare un’occhiata alle “profezie del Mago Ubaldo”: ho citato, pronosticando cose positive e negative nei confronti di 98 personaggi del tennis. Qui un primo link… e non perdetevi il secondo. L’articolo lo trovate nella sezione “Da non perdere” sulla nostra colonna di destra, in alto.

Ubiday 2017 - Da sinistra, in basso: Diego Serra, Roberto Dell'Olivo, Ubaldo Scanagatta Al centro: Chiara Nardi, Emmanuel Marian, Raoul Ruberti, Ruggero Canevazzi, Riccardo Sozzi, Ubaldo Scanagatta, Chiara Gheza, Francesca Marino, Carlo Carnevale. In alto: Ilvio Vidovich, Manuel Calcaterra, Ferruccio Roberti, Gabriele Ferrara, Roberto Ferri, Luca de Gaspari, Giorgio Laurenti, Marco Lauria, Matteo Parini

Ubiday 2017 – Da sinistra, in basso: Diego Serra, Roberto Dell’Olivo, Ubaldo Scanagatta Al centro: Chiara Nardi, Emmanuel Marian, Raoul Ruberti, Ruggero Canevazzi, Riccardo Sozzi, Ubaldo Scanagatta, Chiara Gheza, Francesca Marino, Carlo Carnevale. In alto: Ilvio Vidovich, Manuel Calcaterra, Ferruccio Roberti, Gabriele Ferrara, Roberto Ferri, Luca de Gaspari, Giorgio Laurenti, Marco Lauria, Matteo Parini

CATEGORIE
TAG
Condividi