WTA Sydney: per Vinci non è giornata. Ancora fuori Kerber!

WTA Sydney: per Vinci non è giornata. Ancora fuori Kerber!

Vinci dominata da Strycova. Tante sorprese a Sydney: oltre alla sconfitta della campionessa uscente Kuznetsova, salutano il torneo anche la n.1 Kerber e la “maestra” del 2016 Cibulkova

Sono due i fotogrammi che descrivono perfettamente la mattinata (nottata in Italia) a Sydney, infatti da un lato abbiamo lo sguardo deluso e accigliato della n.1 del mondo Kerber che, al termine di una prestazione confusa e mediocre, viene sconfitta dalla russa Kasatkina. Mentre dall’altro c’è il sorriso smagliante e soddisfatto della canadese Bouchard che, in due rapidi set, annichilisce Cibulkova e sembra finalmente tornata una giocatrice di buon livello.

Giornata negativa per i colori italiani, perché Roberta Vinci si fa sorprendere dalla ceca Strycova,  che dimostra di essere già in grande forma. L’ex top ten italiana, che non batte Barbora da Tokyo 2012, ha giocato decisamente sottotono. Il match si è messo male già dai primi minuti, in cui la tarantina perde immediatamente il servizio ed è costretta a rincorrere. Strycova controlla lo slice di rovescio dell’azzurra senza problemi ed affonda di diritto alla prima occasione utile. La n.9 del seeding prova a sconvolgere la dinamica dello scambio con qualche rotazione o verticalizzando il gioco, ma la ceca è scaltra e non ha alcun tentennamento. Roberta ha avuto qualche guizzo, come il controbreak conquistato immediatamente, ma complessivamente non è riuscita a contenere l’esuberanza, anche atletica, della sua avversaria. Un 6-2 6-3 che fotografa una supremazia netta della Strycova, che sembra lanciata verso un 2017 positivo. Vinci, in queste prime apparizioni, non è ancora del tutto pronta dal punto di vista fisico, ma la sua stagione (forse l’ultima?) può ancora regalarle qualche exploit.

La ventenne Kasatkina approfitta di una svogliata e nervosa Kerber, che si arrende 7-6(5) 6-2 alla promessa russa. Questa sconfitta, come del resto quella contro Svitolina, lasciano qualche dubbio sulla condizione psicofisica della n.1, che tra qualche giorno difenderà il titolo vinto lo scorso anno agli Australian Open. Al di là della cronaca dei punti, Angelique ha mostrato una certa insofferenza nei momenti di difficoltà e questo, di riflesso, ha inciso sul suo gioco.“Ho commesso troppi errori e non sentivo la palla. Non ho mai trovato il ritmo. Cercherò di dimenticare questa partita al più presto”, ha detto Kerber in conferenza stampa. Molti davvero gli errori (alcuni anche clamorosi) di diritto e di volo, che hanno compromesso ogni tentativo di rimonta. Kerber è sempre stata indietro nel punteggio, ma, mentre nel primo parziale è riuscita a recuperare ed a trascinare il tutto al tiebreak, nel secondo set ha praticamente mollato sul 2-2. Kasatkina ha meritato di vincere, perché è stata attenta, precisa e ha sciorinato il suo miglior tennis, ma certamente la sua vittoria ha avuto nella n.1 del mondo una coprotagonista essenziale.

La canadese Bouchard strapazza 6-4 6-3 la n.6 del mondo Cibulkova e dimostra di poter tornare protagonista nel circuito. Eugenie ha dominato in lungo e in largo, anche perché ha saputo contente le bordate da fondo della sua avversaria. La vincitrice delle WTA Finals 2016 non ha molto da recriminarsi, anche perché quest’oggi la nordamericana è stata per lunghi tratti dominante. Cibulkova deve ritrovare la giusta concentrazione, altrimenti tutto quello seminato lo scorso anno verrà compromesso. A salutare Sydney è anche la campionessa uscente Kuznetsova, che perde il derby con la connazionale Pavlyuchenkova. La n.9 del mondo ha pagato qualche calo di concentrazione ed una cattiva resa del servizio, mentre Anastasia ha saputo ben interpretare tatticamente il match, riuscendo spesso a ribaltare con il diritto i tentativi della sua avversaria di rallentare il gioco. Vince anche la danese Wozniacki, che dopo un primo set dominato concluso con il punteggio di 6-0, è costretta a lottare più del dovuto nel secondo parziale contro Putintseva. Un 6-0 7-5 che può lasciare soddisfatta Caroline, anche se, per tornare nei piani alti della classifica, deve assolutamente essere più propositiva e spingere con più convinzione  con il diritto. Vittorie agevoli anche per la britannica Konta, 6-1 6-3 all’australiana Gavrilova e per la cinese Duan che elimina 6-3 6-2 l’americana Vandeweghe.

(in aggiornamento)

Risultati:

D. Kasatkina b. [1] A. Kerber 7-6(5) 6-2
[WC] E. Bouchard b. [3] D. Cibulkova 6-4 6-3
A. Pavlyuchenkova b. [5] S. Kuznetsova 7-5 6-3
B. Strycova b. [9] R. Vinci 6-2 6-3
[Q] Y. Duan b. C. Vandeweghe 6-3 6-2
[1] A. Radwanska vs [Q] C. McHale
[6] J. Konta b. D. Gavrilova 6-1 6-3
[10] C. Wozniacki b. Y. Putintseva 6-0 7-5

TAGGATO CON
Open
UBITENNIS TWEET SHARE