Le profezie del Mago Ubaldo per il 2017 (seconda parte)

Le profezie del Mago Ubaldo per il 2017 (seconda parte)

Secondo imperdibile appuntamento con Mago Ubaldo. Sembrano cinquanta, ma sono di più. 98 nomi citati. Ce n’è per tutti. Da Federer a Nadal, passando a Murray e Djokovic, Slam dopo Slam. Chi salirà e chi scenderà. Tennisti italiani… sugli scudi o scudisciati?

Le profezie del Mago Ubaldo per il 2016 (per riscattare le 50 del 2015)

Se vi siete persi la prima parte, cliccate qui

LE PROFEZIE SONO STATE SCRITTE IN DATA 4 GENNAIO

21. Roberta Vinci faticherà a restare nelle prime 30, ma intanto mi ha smentito riuscendo a centrare il fatidico ingresso tra le top-ten. Un meritatissimo premio alla carriera. Ma il certificato anagrafico è quello che è. E non è che lei possa inventarsi un tennis che spacchi le avversarie. Se incontro chi le avesse profetizzato cinque anni fa un futuro da top-ten, giuro che mi inginocchio, gli bacio le mani e gli cedo la mia licenza di mago.

22. Camila Giorgi rientrerà fra le prime 50 e papà Sergio dirà: “Ve l’avevo detto io che Camila è la n.1 d’Italia!”. Magari sarà invece ancora dietro a Roberta Vinci, ma siccome Roby si ritirerà a fine anno… Sergio potrà dire di avere ragione. Comunque se non ce l’avesse… non si strapperà i capelli. Non farà pace con la FIT. Binaghi, salvo che con Bolelli, Seppi, Fognini, la Schiavone, è tutto d’un pezzo: non cambia idea e non accetta compromessi (chiedere a Malagò…).

23. Gli otto tennisti presenti al Masters di fine anno saranno: Murray, Djokovic, Nishikori, Thiem, Raonic, Goffin, Zverev e Kyrgios. Dai, un po’ di gioventù! Ma che scusa si inventerà Zverev per non giocare l’under 21 di Milano senza saltare Londra?

24. Stan Wawrinka uscirà dai primi cinque dell’ATP ranking… anche lui non è mica più un bambino, tutti a parlare sempre degli anni di Federer e mai dei suoi – un vero perseguitato dalle ingiustizie il… n.1 svizzero; eh sì, qualcuno se lo dimentica, ma da un bel po’ il n.1 è lui, non Roger. Chissà che Stanimal non torni allora a giocare in Coppa Davis, perché anche se gli dà sui nervi che Federer ormai la snobbi e lui non trovi giusto sacrificarsi, alla fine è troppo un bravo ragazzo.

25. Le otto tenniste alle finali WTA saranno: Kerber, Halep, Radwanska, Muguruza, Pliskova, Kasatkina, Osaka e Serena Williams che tanto non le giocherà dando spazio alla nona.

26. Vika Azarenka non tornerà a giocare in tempo per restare una top-ten, anche se sogna di fare la Kim Clijsters, e Maria Sharapova invece potrebbe farcela… ma recuperare 4 mesi persi sarà dura per conquistarsi l’ingresso al Masters finale. Se però ci arriva lo vince lei.

27. Il miglior giovane italiano emergente (top 100?) sarà Matteo Donati, purché non si faccia male. Sono un mago insistente… in lui credo più che negli altri, anche se Napolitano non è male. Mentre Giannessi a 27 anni non riesco a considerarlo più un pischello. Fra i 100 ce la può fare.

28. La miglior giovane italiana emergente (top 150?) sarà…. cavolo questa è davvero dura! La Paolini è 215, la Trevisan 237, la Pieri 279, la Grymalska 293… allora la Rosatello 332 o la Brescia 339? Suvvia ragazzi chiedetelo a Binaghi che questa previsione sul futuro del tennis italiano è meglio la faccia lui. E voi state sereni.

29. La Coppa Davis sarà vinta dall’Australia… prima o poi ci azzecco, Kyrgios non farà mica il cretino tutta la vita!

30. La Fed Cup sarà vinta ancora dalla Repubblica Ceca, con la risanata Petra Kvitova sugli scudi.

31. Approfittando del progressivo distacco di Serena Williams, una Maria Sharapova determinatissima tornerà su, ma quanto?

32. Angelique Kerber resterà n.1 del mondo per assenza di… serie competitors. Anche se Pliskova e Muguruza più delle altre proveranno a darle filo da torcere.

33. Monica Puig salirà fra le prime 20 del mondo, perché sennò le verrà ritirata la medaglia olimpica come avrebbero dovuto fare con Nicolas Massu e forse pure con Marc Rosset, ma non vincerà più un torneo. Peccato perché a Rio ha fatto impazzire tre top-ten e anche un n.1… il sottoscritto.

34. Venus Williams uscirà dalle top 20. Ma terrà più duro di Serena. Lei non molla. E non si fidanza.

35. Madison Keys si riprenderà, ma quando ricomincerà non lo so. Se lo fa presto ridiventerà top ten. Può vincere anche uno Slam…

36. Tomas Berdych non sarà fra i top15 e a fine anno potrebbe anche stufarsi, così come la Safarova.

37. Gael Monfils uscirà dai primi 10 e l’unico francese che potrebbe sostituirlo non sarà nessuno dei vari Tsonga, Gasquet, Simon, ma forse Pouille nel quale crede molto Ion Tiriac, e se ci crede Count Dracula, altrimenti detto l’Orso di Brasov e dei Carpazi, mmm attenzione che lui (vedasi Becker e Ivanisevic) è uno che di solito ci piglia.

38. Garbine Muguruza sarà top 1 fra le top-ten sotto il profilo che più vi piace – oooh io non dico qual è eh… sono ancora a lutto per il ritiro di Ana Ivanovic – ma il tennis femminile, per buona pace del mio amico AFG, maggior esperto mondiale di tennis in gonnella, lo vedo piuttosto in crisi.

39. Ubitennis.net e Ubitennis.es cresceranno esponenzialmente… partendo da più lontano di Ubitennis.com.

40. Aga Radwanska si manterrà top 8, mentre l’amica Wozniacki non ce la farà a tornare in auge.

41. I circoli di tennis presenti su Ubitennis.com saranno fortunati quasi come il Park Genova e il TC Prato che hanno vinto il campionato di serie A, dopo essersi intelligentemente “promossi” sul sito… del mago.

42. Ubitennis.com crescerà ancora, confermandosi sempre più leader per distacco su tutti i siti di tennis. Lo diranno i dati ufficiali che pubblicheremo a fine anno. Del resto se è cresciuto quest’anno che al grande tennis è successo di tutto….

43. Riprenderà Thanasi Kokkinakis e farà buone cose. Ma la rivelazione dell’anno potrebbe uscire dal gruppetto dei teenagers americani, Fritz, Tiafoe, Donaldson, Kozlov, Escobedo, Mmoh. Quando ne hai tanti così, prima o poi qualcuno esce fuori.

44. Grigor Dimitrov recupererà condizione e ranking. Forse anche un po’ di serietà, anche se con le ragazze che si ripassa è dura concentrarsi sul lavoro. Io non ci riuscirei. Ma lui ha un po’ più talento di me e allora vincerà un paio di tornei.

45. Ernest Gulbis potrebbe anche decidere di ritirarsi. Non vincerà alcun torneo. Ma forse le sue conferenze stampa resteranno le più gradevoli in un circuito popolato da tennisti banalotti, orfani di Ivanisevic, Roddick, Safin&soci di ben altra personalità.

46. Dirà basta Marcos Baghdatis. Peccato perché è un tipo genuino e simpatico. E venir fuori da Cipro è più difficile che venir fuori da Tirrenia.

47. Carlos Moya si stuferà di stare dietro a… Toni Nadal. E Richard Krajicek dietro Milos Raonic… sapendo che tanto il solo che conta davvero e cui Milos dà retta è e resterà sempre Riccardo Piatti, un gigante che ha issato Ljubicic a n.3 del mondo, Furlan a n.19, Caratti a n.26. E che si è permesso di snobbare Djokovic per amicizia e serietà nei confronti di Ljubo. Un esempio. E lui sì, davvero, un superMago.

48. John McEnroe non si farà mancare qualche occasione per dare e fare spettacolo. Come tennista continuerà a dire che si ritira ogni due per tre e che è l’ultimo match… Un abile stratega. Così facendo lo vorranno vedere ancora più di sempre nonostante i capelli ormai bianchi. Lo copriranno di soldi perché rinunci al proposito… purché però ovunque vada insulti l’arbitro (“You are the pits of the world! You cannot be serious!”), lanci una racchetta, insomma faccia il McEnroe.

49. Non si registrerà nel 2017 una sorpresa assolutamente straordinaria come la vittoria della Puig a Rio, e non solo perché il torneo olimpico non ci sarà.

50. Se questa mia fatica di mago non verrà incoraggiata da una miriade di commenti positivi, inneggianti al Mago Ubaldo, ma lasciandomi udire applausi scroscianti e magari pure una Ola non garantisco che l’anno prossimo mi esibirò nuovamente. Ma vi manderò il Mago Otelma.

Le profezie del Mago Ubaldo per il 2016 (per riscattare le 50 del 2015)

Le profezie del Mago Ubaldo per il 2015

Se vi siete persi la prima parte, cliccate qui

Open
UBITENNIS TWEET SHARE