Montecarlo, Djokovic: “Se avessi perso sarebbe stato giusto” [AUDIO]

Dopo la vittoria con Carreno Busta: "Non avrebbe demeritato, ha avuto una grande chance. Non è la prima volta che faccio difficoltà sulla terra"

Montecarlo, Djokovic: “Se avessi perso sarebbe stato giusto” [AUDIO]
Novak Djokovic - Montecarlo 2017 (foto Roberto Dell'Olivo)

Un bel sollievo aver vinto.
Sì, un incontro simile a quello con Simon. Ho iniziato bene, sembrava tutto andasse bene ed ero a mio agio, un set e un break avanti. Poi all’improvviso cinque game consecutivi per lui. Le condizioni erano particolari, ma lo erano anche per lui. In qualche scambio non sono stato fortunato, così come ho commesso errori gravi sopratutto al volo. Avrebbe potuto tranquillamente vincere, ha avuto una chance enorme sul 15-40 sul finire di partita, e ha sbagliato. Sul rosso dovresti sempre aspettarti una palla in più da colpire. Campi e palle sono lentissimi, fa anche freddo ultimamente. Ma sono contento.

 

Adesso Goffin, che conosci bene. Vi allenate spesso insieme e lui dice di vedere in te una grande ispirazione. Come vedi il prossimo match?
Lo rispetto molto, è molto tranquillo, lavora sodo e ha un gran talento. È velocissimo e ha uno dei rovesci migliori, è cresciuto sul rosso e ha battuto Thiem oggi che è un grandissimo interprete su questa superficie. Sarà dura.

C’è qualcosa di cui sei particolarmente soddisfatto?
Sono soddisfatto, sì. Per la prima ora stavo giocando benissimo, solido. Carreno è in forma e gioca bene sul rosso, penso di aver fatto bene. Non posso però permettermi più così tanti errori in poco tempo, perdere quattro o cinque giochi in fila se voglio andare oltre. I match saranno sempre più difficili. Devo comunque migliorare.

Come spieghi questi momenti in cui sbagli molto? Non è da te.
Credo che la terra rossa possa incidere. È importante essere sempre reattivi e muovere bene il polso, devi sempre colpire bene. Altrimenti perdi fiducia, anche se servi bene non hai punti facili e perdi fiducia. Capita e a me è successo spesso. Quest’anno non sto giocando bene, e queste due vittorie mi aiuteranno molto.

Parlando di dettagli: eri 15-40 e hai resistito, sono cose che aiutano la fiducia.
Asoolutamente, sapere di aver salvato dei break point. Avrei dovuto chiudere prima e non sono riuscito, ma una volta che sono uscito dalla buca mi sono sentito più libero, come se non avessi più peso e ho lasciato andare il braccio.

CATEGORIE
TAG
Condividi