Circolo Tennis Gaeta: con Galimberti per pensare in grande

Il presidente Antonino Santella racconta la storia e le ambizioni di un club che ha ospitato sui suoi campi fuoriclasse del calibro di Artur Ashe e Yannick Noah, ma che non vuole smettere di crescere

Circolo Tennis Gaeta: con Galimberti per pensare in grande

CIRCOLI IN VISTA: la voce dei Circoli su Ubitennis

Quanta Club, un’oasi di sport a Milano focalizzata sull’agonismo
CT Vicenza, dove si vive e respira la vera “aria da club”
TC Faenza, il sogno in A1 continua
Virtus Tennis Bologna, quasi 100 anni di storia con un occhio al futuro
TC Pistoia: terza presenza in Serie A1 col sorriso e la voglia di far bene
Due Ponti Sporting Club, polisportiva all’avanguardia protagonista in A1
Next Gen ATP Finals: Sporting Milano 3, teatro del sogno
TC Genova 1893: avanti sui giovani, a piccoli passi
TC Palermo 2: esordio in Serie A1 puntando sui giovani
CT Maglie, entusiasmo e spirito di squadra per competere in A1
TC Schio: in Serie A1 con attenzione ai giovani e voglia d’agonismo
CT Palermo: in Serie A1 puntando sui talenti siciliani
C.T.D. Massa Lombarda: passione romagnola e sogni di grande tennis
TC Sinalunga al terzo anno in A1, un “miracolo” di buona gestione
L’Ata Battisti torna in Serie A1: obiettivo salvezza e giovani
TC Marfisa: un gioiello nel cuore di Ferrara
Circolo della Stampa Sporting Torino, molto più che un Club
Junior Tennis Club Perugia: c’è aria di Fed Cup
TC Prato: dove Federer e gli altri hanno cominciato
CT Francavilla al Mare: si scaldano i motori in attesa del Challenger
Tennis Club Bisenzio: nel cuore della città
CT Ceriano: intervista al presidente Rocco Severino
TC Sinalunga: la favola continua
Serie A1: AVIVA al fianco del Tennis Park Genova con Fabio Fognini
Associazione Motonautica Pavia: nel cuore della città
Associazione Motonautica Pavia: quando i sogni diventano realtà
La favola del TC Sinalunga

 

In provincia di Latina, per la precisione a Gaeta, si trova un circolo che da cinquant’anni apre le porte a turisti e appassionati locali. Situato a pochi metri dall’omonimo golfo, il CT Gaeta offre la possibilità di giocare, immersi nella genuina atmosfera mediterranea che permea tutta la costa tirrenica. Abbiamo fatto qualche domanda al presidente Antonino Santella, per scoprire quali sono le ambizioni di questo circolo che, con umiltà e un occhio di riguardo ai giovani, si migliora e cresce anno dopo anno.

Com’è nato il CT Gaeta?
Il Circolo Tennis Gaeta nasce dal volere di un gruppo di amici, tutti molto giovani, che esattamente cinquant’anni fa, spinti dal desiderio di sviluppare la pratica di questo sport nella città di Gaeta, decisero di farsi promotori e realizzatori dell’attuale struttura posizionata nel centro storico della città, inserita tra le mura degli antichi bastioni e a due passi dal mare. Fino ad allora infatti esisteva nella nostra città un piccolo campo all’interno dell’Istituto tecnico Nautico oppure ci si recava nella vicina Formia. Il 1967 è quindi l’anno della fondazione e della nascita del CT Gaeta che diviene un circolo affiliato alla FIT grazie alla costruzione di tre campi in terra battuta. Il battesimo ufficiale dal punto di vista agonistico si ebbe poi nel Marzo del 1968, la Federtennis decise di ospitare un amichevole internazionale a squadre contro la Cecoslovacchia per gli under 23. La manifestazione, che coincideva quindi con l’apertura della stagione all’aperto in Europa ebbe un notevole successo, sia di pubblico che per gli addetti ai lavori e le autorità intervenute. Il risultato finale fu un salomonico 3-3 ma quel che più contava era che a Gaeta e nel sud pontino era finalmente arrivato il grande tennis.

Quanti soci avete attualmente e come si diventa soci?
Il Circolo vanta circa settanta soci e un cospicuo gruppo di frequentatori che partecipano alla vita sportiva e sociale della struttura. Essendo Gaeta una località turistica e una meta ambita nel periodo estivo, il Circolo tende a raddoppiare le presenze nei periodi da Giugno a Settembre. Diventare soci è semplice, basta presentare una domanda al Consiglio Direttivo che successivamente, previo consenso, procedere a ratificare nell’albo il nuovo iscritto. Da parte nostra c’è una totale apertura a tutti coloro che vogliono diventare soci e farsi parte attiva all’interno della struttura.

Di quanti campi disponete? Avete anche altre strutture (club-house, piscina, palestra, SPA)?
La struttura dispone di 4 campi omologati con illuminazione, tre dei quali in terra rossa. Il quarto, in erba sintetica, è un campo polivalente anche per il calcio a cinque. Due tribune fisse sono presenti nella struttura per ospitare il pubblico durante le manifestazioni. Sul campo 1 la tribuna può ospitare fino a 250 posti a sedere. All’interno della struttura vi è poi una clubhouse che include un bar-ristorante a disposizione dei soci.

Ci sono prospetti interessanti tra i giovani?
I piccoli del Circolo Tennis Gaeta sono la risorsa principale del nostro vivaio e il loro percorso formativo inizia con la partecipazione alle competizioni organizzate dalla Federazione (FIT JUNIOR PROGRAM). La nostra Scuola tennis li accompagna in un percorso di crescita fisica e tecnica senza far mai dimenticare che nei primi anni di pratica il tennis è un gioco e socialità. Dall’under 10 in poi iniziano le competizioni a squadre ed abbiamo sempre ben figurato a livello regionale. Negli anni siamo riusciti a qualificare due giocatori ai campionati italiani: Vincenzo Colaguori e Luca Paciello.

Qualche tennista nato da voi è approdato al professionismo. Chi ha raggiunto i risultati migliori?
Non abbiamo mai avuto un tennista che ha raggiunto il professionismo nel nostro circolo anche se da noi ha mosso i suoi primi passi Andrea Paciello, classe 91’ che è stato campione d’Italia in doppio under 12, vincitore di Lemon Bowl e tra i principali prospetti del tennis giovanile italiano. Ha vestito più volte la maglia azzurra da junior portando a casa anche una medaglia d’argento nelle Olimpiadi per giovani. Andrea ha raggiunto il sul best ranking FIT 2.3. E’ un giocatore chiave del nostro team di serie C ed è stato negli ultimi tre anni protagonista della scalata dalla D2 alla C.

Ospitate un importante torneo Junior, potrebbe parlarmene?
Nei primi anni il CT Gaeta ospitava incontri amichevoli juniores tra le nazionali che la FIT ospitava e per questo motivo tutti i futuri vincitori della storica Coppa Davis del 1976 passarono da Gaeta come Panatta, Barazzutti e Bertolucci. Oltre a loro anche altri campioni del calibro di Arthur Ashe e Yannick Noah. Quest’anno siamo entrati per la prima volta nel circuito Kinder+Sport ed ospiteremo nel mese di maggio una tappa. Vanto del Circolo è invece l’organizzazione dell’Open di Tennis Nazionale Città di Gaeta, giunto quest’anno alla XXXVI edizione e che si disputerà dal 26 Giugno al 09 Luglio con montepremi di € 6.000. Una grande kermesse che raccoglie oltre all’evento sportivo numerose iniziative enogastroniche, sociali, culturali e di svago.

Potrebbe spendere due parole su Giorgio Galimberti e sulla sua collaborazione?
Giorgio è arrivato a Gaeta grazie alla forte amicizia che lo lega al nostro partner club Antonio Spicciariello della Coldwell Banker Immobiliare e dall’anno scorso fa parte del nostro team di serie C. Da subito ha legato con il circolo, i soci e la squadra ed anche quando è fuori per impegni federali, non passa un minuto dal termine degli incontri che vuole essere messo al corrente dei risultati dei match. Ovviamente oltre a garantire un supporto determinante per i risultati della squadra, con lui si stanno attivando alcune iniziative e sinergie con l’Academy di San Marino che consentiranno al Circolo e ai propri atleti agonisti di crescere nei prossimi anni. In questo senso va visto l’approdo di un altro top player a Gaeta come Claudio Grassi, attuale n.1 del team con classifica FIT 2.2, che collabora con Galimberti presso l’Academy di San Marino.

Quali sono i progetti per il futuro?
Si sta lavorando prima di tutto molto forte sui giovani cercando di rinforzare l’attuale Scuola Tennis sia dal punto di vista tecnico che strutturale. Su quest’ultimo punto stiamo cercando di lavorare con le Autorità locali per riuscire ad avere a disposizione nei mesi più freddi dell’anno anche una struttura al coperto che possa consentire il corretto svolgimento delle lezioni. Nei campionati a squadre, il fiore all’occhiello è la prima squadra maschile che attualmente disputa per il secondo anno di fila il campionato di serie C e che nutre forti ambizioni per il salto di categoria. Grazie all’aiuto del nostro partner stiamo raggiungendo risultati fino ad ora mai conseguiti dal nostro club e non vogliamo fermarci. La nostra ambizione complessiva è far diventare il CT Gaeta il polo tennistico del sud-pontino per agonisti e non. Siamo sulla buona strada ma siamo consapevoli che c’è ancora molto da fare.

Lorenzo Colle

CATEGORIE
TAG
Condividi