Tiriac fa comunella con Nastase, la WTA li bacchetta

Il patron del torneo di Madrid invita Nastase alla cerimonia di premiazione della finale femminile: secca la replica di Steve Simon, CEO della WTA

Tiriac fa comunella con Nastase, la WTA li bacchetta

Tanto più si cerca di non parlare di Ilie Nastase, la più spiacevole parentesi di questo 2017 tennistico, tanto più l’ex tennista rumeno fa in modo che se ne debba parlare. Dopo aver – nell’ordine – snocciolato una battuta molto infelice nei confronti di Serena Williams, insultato Johanna Konta (e il capitano Anne Keothavong) in Fed Cup e ricevuto una conseguente interdizione dall’ITF, rifiutato di scusarsi per poi scusarsi maldestramente e quindi ricevuto la notizia che non potrà essere presente a Wimbledon e Roland Garros, il caro vecchio Ilie è stato avvistato sulle tribune della Caja Magica nel corso della settimana di tennis a Madrid. Più spesso accanto al direttore del torneo e connazionale Ion Tiriac che in altra compagnia.

Certo non ci si attendeva che addirittura Tiriac avrebbe invitato l’amico ed ex compagno di doppio sul campo per la premiazione della vincitrice del trofeo femminile. Il siparietto si è svolto in modo piuttosto fluido, senza che sugli spalti o tra i presenti sul rettangolo di gioco nessuno reclamasse l’evidente inopportunità della circostanza. Era davvero necessario, per l’immagine dello sport e di quello femminile in particolare, che l’autore di un atto così irresponsabile e sgradevole nemmeno un mese fa partecipasse pubblicamente alla festa di Simone Halep, al termine peraltro di una gran bella finale che del tennis femminile ha rappresentato un ottimo spot? La stessa Halep aveva (ovviamente) definito “inaccettabile” il comportamento dell’ex capitano della squadra rumena di Fed Cup.

 

Ilie Nastase fotografato con la vincitrice del Mutua Madrid Open 2017, Simona Halep

Sull’accaduto è arrivata la pronta replica dei vertici WTA, nella persona del CEO Steve Simon. “L’unica ombra della serata è stato l’invito di Mr Nastase a partecipare alla cerimonia di premiazione. Non sarebbe dovuto essere sul campo. È attualmente sottoposto a una sospensione provvisoria da parte dell’ITF per la sua condotta offensiva e abbiamo revocato i suoi privilegi agli eventi WTA finché l’indagine non sarà completata. È stato irresponsabile e inaccettabile da parte del torneo di Madrid conferirgli un ruolo ufficiale. Il torneo di Madrid è un torneo di livello Premier (Mandatory, ndr) e incarna i più alti standard del tennis professionistico che non sono stati rispettati stasera”.

CATEGORIE
TAG
Condividi