Andy Murray benefattore per le vittime della Grenfell Tower

Il numero uno del mondo commenta inoltre le parole di John McEnroe che lo ha definito un "Quarto ancora lontano" rispetto agli altri fab four

Andy Murray benefattore per le vittime della Grenfell Tower
Andy Murray - Queen's 2016 (Alberto Pezzali © All Rights Reserved)

Ancora una volta Andy Murray si conferma cuore d’oro. Sempre molto sensibile ai meno fortunati di tutto il mondo questa volta il tennista scozzese ha scelto di devolvere l’incasso del Queen’s alle famiglie delle vittime dell’incendio alla Grenfell Tower di Londra. Nel comunicato delle forze dell’ordine si legge che «le persone morte e i dispersi presunti morti sono 79» (soltanto 5 i corpi identificati), un numero che, ora dopo ora, è cresciuto spezzando le speranze di parenti e amici che attendevano il miracolo. Una tragedia impressionante che non ha colpito il solo Murray ma anche la direzione del Queen’s, e infatti la stessa ha annunciato una sostanziosa donazione.

Lo scozzese esordirà nel pomeriggio contro Aljaz Bedene, il suo sarà il terzo match sul campo centrale. Prima del match di Murray scenderanno in campo Kokkinakis contro Raonic e Lopez-Wawrinka. Al termine del match dello scozzese invece Marin Cilic, testa di serie numero 4, sfiderà John Isner.

 

Murray in conferenza stampa, ha preferito non commentare la sua scelta. Si è invece soffermato sulle dichiarazioni di John McEnroe che pochi giorni fa l’ha definito “Un quarto lontano“, riferendosi alla distanza che c’è tra lui e gli altri fab four. “L’anno scorso mi sono classificato al numero uno del ranking, ho lavorato tanto per questo risultato e significa che ho giocato meglio di chiunque altro. Certo gli altri hanno vinto più  di me, se guardiamo i titoli non posso confrontarmi con loro ma forse ci sono due o tre cose che loro non avranno mai”. “Ognuno ha dei criteri diversi per giudicare un giocatore – ha poi aggiunto – se guardiamo solo i risultati degli slam è un conto ma non credo che le medaglie d’oro non contino nulla”.

CATEGORIE
TAG
Condividi