WTA Birmingham: Kvitova convince sui prati, avanti Gavrilova

Vittoria convincente di Petra Kvitova che elimina in poco più di un'ora la tennista britannica Broady. Safarova supera Osaka, fuori Strycova

WTA Birmingham: Kvitova convince sui prati, avanti Gavrilova

L’aggressione subita a dicembre scorso durante un tentativo di rapina aveva lasciato qualche dubbio sulle possibilità di ritorno all’attività  agonistica di Petra Kvitova. La ceca, invece, ha recuperato dall’intervento ai tendini della mano sinistra e sembra in grado di poter riprendersi la scena. Qualche segnale positivo si era già visto durante il Roland Garros, anche se la terra battuta è abbastanza indigesta per il tennis aggressivo e verticale dell’ex top ten. Con l’erba Kvitova si rigenera, il suo gioco torna convincente e tornano anche le vittorie. Contro la britannica Broady non c’è stato praticamente match, Petra ha dominato dal primo all’ultimo quindici. Nessun calo di tensione, pochi errori e tanti vincenti questa è la descrizione della prestazione della bi-campionessa di Wimbledon. Naomy ha provato, ma, escludendo il servizio, i suoi limiti tecnici sono evidenti ed era difficile immaginare un epilogo diverso. Un 6-2 periodico severo ma giusto, in cui Kvitova ha affondato i suoi diritti mancini praticamente da ogni parte del campo. Uno spettacolo degno del palmares della ceca, che sull’erba ritrova le giuste sensazioni e quei colpi, che sulla terra diventano incerti e balbettanti, sui prati tornano ad essere mortali e maledettamente efficaci. Questo torneo serve alla Kvitova per trovare continuità in vista dei Championship, in cui è sicuramente tra le favorite per la vittoria finale. L’assenza di Serena Williams e le incertezze delle altre protagoniste fanno di Petra un possibile se non La favorita per eccellenza.

Gavrilova esce vittoriosa dalla battaglia di nervi e di break con Siniakova, che ha molti rimpianti considerando che è stata avanti 4-2 nel primo parziale. La russa naturalizzata australiana ha saputo resistere nei momenti di difficoltà ed insinuare dei dubbi nel gioco aggressivo, ma incerto della sua avversaria. L’erba è certamente una superficie poco adatta al gioco di entrambe le protagoniste, che si sono limitate a colpire da fondo senza tentare, se non sporadicamente, qualche approccio a rete.

 

Ashleigh Barty sorprende l’esperta Strycova in tre set e conquista i quarti di finale del torneo di Birmingham, dove affronterà la vincente del match tra Giorgi e Svitolina. L’australiana ha avuto una partenza convincente, in cui ha preso immediatamente le redini dello scambio e non ha mai permesso alla sua avversaria di imporre il suo gioco. Dopo un primo set dominato, Barty perde un po’ di profondità e la ceca inizia a variare maggiormente da fondo con il rovescio. Ristabilita la partita, l’atto finale è un monologo di Ashleigh che torna nuovamente a spingere con la combinazione servizio-dritto. Il programma odierno a Birmingham si chiude con la vittoria in scioltezza della ceca Safarova che si abbatte sulla giapponese Osaka. Naomi è chiaramente in difficoltà sull’erba, che è una superficie insidiosa per i tennisti che non sanno adattarsi al rimbalzo poco regolare. Lucie, che in carriera vanta una semifinale a Wimbledon nel 2014, sembra essere tornata competitiva dopo un paio di stagioni sottotono.

Risultati:

[7] P. Kvitova b. [WC] N. Broady 6-2 6-2
[9] D. Gavrilova b. K. Siniakova 7-5 6-2 6-4
A. Barty b. [8] B. Strycova 6-3 3-6 6-1
L. Safarova b. N. Osaka 6-2 6-4

CATEGORIE
TAG
Condividi