Medvedev perde la testa e lancia monetine all’arbitro

L'incredibile episodio si è verificato al termine del match-maratona perso dal giovane russo contro il qualificato belga Ruben Bemelmans. Per l'incauto Daniil si prospetta una discreta punizione

Medvedev perde la testa e lancia monetine all’arbitro

Daniil Medvedev era salito all’onore delle cronache per aver causato la prima grande sorpresa di Wimbledon 2017 eliminando niente meno che Stan Wawrinka, ma a partire da questo pomeriggio il suo nome rimarrà impresso nella memoria degli appassionati per un gesto molto meno nobile. Il giovane russo, uno dei principali alfieri della cosiddetta “Next Gen“, aveva rimontato due set al redivivo Ruben Bemelmans, ex grande speranza del tennis mondiale, ma, quando aveva ormai messo la freccia per sorpassare, un overrule sfavorevole della giudice di sedia Mariana Alves gli ha completamente annebbiato il cervello, inducendolo a perdere di vista il match e in ultimo a gettare una qualificazione che aveva quasi riacciuffato. La correzione arbitrale ha provocato in Daniil una reazione sproporzionata: dopo le proteste di rito, invero protrattesi molto a lungo, Medvedev ha chiesto l’intervento del supervisor, e, dopo essersi visto comminare un penalty point, ha gettato alle ortiche l’incontro.

Tutto finito? Nemmeno per sogno. Alla fine della partita ha estratto dalla propria borsa un portafoglio, prima di lanciare in direzione della giudice alcune monete in presumibile segno di sommo disprezzo. Un gesto meramente dimostrativo ma non certo rispettoso del rigido codice etico in vigore sui prati di Church Road, che potrebbe ora costargli una cospicua ammenda. Alla richiesta di spiegazioni nella conferenza stampa seguita alla bizzarra manifestazione d’ira, il numero 49 ATP si è dichiarato vittima della tensione del momento e delle fatiche di un match folle, ma di non aver pensato che l’arbitro fosse prevenuto nei suoi confronti. “Ho commesso una stupidaggine, e me ne scuso“, ha chiosato il russo. Difficilmente se la caverà così a buon mercato. È probabile che, dopo aver lanciato le monete, tra poche ore sarà costretto ad elargire numerose banconote per far scordare il proprio gesto agli organizzatori dei Championships.

 

CATEGORIE
TAG
Condividi