ATP Bastad: Carreno si ritira, fuori Cuevas. Bene Ferrer

La testa di serie n. 1 si ritira nel terzo set contro Andrey Kuznetsov. Laaksonen sorprende Cuevas, Schwartzman si aggiudica il derby contro Olivo

ATP Bastad: Carreno si ritira, fuori Cuevas. Bene Ferrer

È molto amaro il rientro alle competizioni dopo l’infortunio patito al Roland Garros per Pablo Carreno, che è costretto a ritirarsi anche oggi. Lo spagnolo è infatti costretto a cedere il passo al russo Andrey Kuznetsov, sul punteggio di 4-6 7-6 3-0. Dopo uno scambio di break tra il secondo e il terzo game, Carreno Busta approfitta dei tanti errori gravi di Kuznetsov per aggiudicarsi il primo set procurandosi tre set point in risposta, chiudendo al secondo con uno smash. Nel secondo parziale il russo gioca meglio, riuscendo a mettere pressione all’iberico con un ritmo più alto. Kuznetsov non sfrutta però tantissime chance di break nei primi quattro turni di risposta (12) e perde il servizio nell’ottavo game alla sesta opportunità offerta. Carreno serve per il match, ma non lo porta a casa e, senza avere match point, subisce il contro break. Il set si conclude al tie-break: Kuznetsov si procura tre set point, ma con un errore di dritto in uscita dal servizio e un passante di Carreno si ritrova con una sola palla set, che concretizza grazie ad un dritto in uscita dal servizio dello spagnolo che esce. Nel parziale decisivo Andrey sale velocemente 3-0. Pablo sembra essere crollato fisicamente e, sotto 0-40, si ritira.

Ad affrontare Kuznetsov sarà Diego Schwartzman, testa di serie n. 7, che ha superato per 6-4 6-1 il connazionale Renzo Olivo, n. 119 del ranking. Schwartzman non ha brillato, ma la sua mobilità e l’ottima mano nel giocare smorzate intelligenti, oltre ai molti errori di Olivo, lo hanno aiutato ad ottenere questa vittoria. Nel primo set hanno entrambi molte difficoltà a tenere il servizio. Il n. 38 del mondo sale 3-0 e poi 4-2, ma Olivo recupera e si porta sul 4 pari. Qui l’argentino meno quotato dà il peggio di sé commettendo una serie di errori, compreso un doppio fallo sul set point per l’avversario, e perdendo otto punti consecutivi. Dopo aver annullato due palle break nel primo game del secondo set, Schwartzman prende il largo senza concedere occasioni per rientrare nel match al connazionale, a cui strappa la battuta nel secondo e nel sesto gioco. Chiude poi al servizio vincendo a 0 il game grazie ad un rovescio in rete di Olivo.

 

Lo svizzero Henry Laaksonen, n. 100 del ranking, ottiene la prima vittoria contro un top 30 battendo l’uruguaiano Pablo Cuevas, terza testa di serie, per 6-4 6-3 e accede per la prima volta ai quarti di un torneo ATP. Nel primo set Cuevas è il primo a tenere il servizio nel quarto game. Avanti 4-2, il sudamericano si fa raggiungere sul 4 pari e nel decimo gioco capitola al quinto set point dopo essere stato sotto 0-40 ed aver avuto una palla per il 5 pari. Cuevas non è al meglio fisicamente, sbaglia molto, serve male e nel secondo set sembra uscito dal match. Nel settimo game recupera il break subito nel secondo approfittando della tensione accusata dall’inesperto Laaksonen, che perde il servizio ai vantaggi dopo essere stato avanti 40-15. Cuevas non riesce ad impattare sul 4 pari e lo svizzero va a servire per il match. Il contestato colpo sul 30 pari dell’uruguaiano viene giudicato fuori dal giudice di sedia e Laaksonen si porta ad un punto dal match, che concretizza grazie ad una risposta in rete dell’avversario.

Ad attendere il tennista svizzero ci sarà la testa di serie n. 8 David Ferrer, che ha sconfitto in meno di un’ora l’imprevedibile Dustin Brown per 6-2 6-3. Il tedesco oggi era poco ispirato, ha commesso molti errori e non ha trovato soluzioni contro lo spagnolo, che invece ha giocato con molta attenzione. Il primo set è dominato da David, che brekka l’avversario nel terzo e nel quinto game, aggiudicandosi il parziale al primo set point con una risposta sbagliata di Brown dopo aver recuperato da 15-40. Nel secondo set il tedesco gioca meglio e alterna dritti potenti a colpi di classe. Ma gli errori da parte sua sono sempre tanti e sul 3 pari subisce il break alla prima occasione concessa. Nel nono game Brown sale 40-0, ma Ferrer non si risparmia e, approfittando di un po’ di superficialità dell’avversario, ai procura un match point, che sfrutta trovando il vincente con il recupero di una smorzata.

Risultati:

A. Kuznetsov b. P. Carreno Busta 4-6 7-6(5) 3-0 rit.
[7] D. Schwartzman b. R. Olivo 6-4 6-1
H. Laaksonen b. [3] P. Cuevas 6-4 6-3
[8] D. Ferrer b. D. Brown 6-2 6-3

CATEGORIE
TAG
Condividi