Accadde Oggi: l’oro olimpico dell’uomo scampato al naufragio del Titanic

Bi-campione a New York e oro olimpico a Parigi nel 1924. La storia di Richard Norris Williams, che sopravvisse alla tragica notte del 15 aprile 1912

Accadde Oggi: l’oro olimpico dell’uomo scampato al naufragio del Titanic

C’era anche Richard Norris Williams, meglio conosciuto come Dick Williams, su quella nave che ai primi di aprile di 105 anni fa salpò dal porto di Southampton senza aver mai fatto complete prove in mare. Se ne parlava come della “nave più sicura del mondo” e tutti, dal capitano agli armatori, erano convinti di poter attraversare l’Atlantico in tempi record. Pochi giorni dopo lo scontro con un iceberg, che ne squarciò un fianco. Il Titanic si inclinò sempre di più e in poche ore arrivò a spezzarsi.

Dick viaggiava su quella nave con il padre, uno dei fondatori della International Tennis Federation (ITF). Aveva 21 anni e quella notte del 15 aprile si salvò, nuotando diverse centinaia di metri nell’acqua gelida per raggiungere la scialuppa che già si allontanava. Fu accompagnato sulla Carpathia, il transatlantico che raggiunse il Titanic per primo. Gli arti inferiori erano un blocco di ghiaccio e il medico di bordo gli comunicò che la sola soluzione era segargli le gambe. Niente da fare, Dick si oppose, voleva ancora giocare a tennis.

 

La sua resistenza pagò: un anno dopo l’inabissamento del Titanic era già in campo. Vinse i campionati statunitensi per ben due volte, nel 1914 e nel 1916, in doppio a Wimbledon nel 1920 e in questo stesso giorno, il 21 luglio del 1924, salì sul gradino più alto del podio alle olimpiadi di Parigi, conquistando l’oro nel doppio misto con Hazel Hotchkiss Wightman.

CATEGORIE
TAG
Condividi