I numeri di Wimbledon femminile

Punti di forza e debolezze delle protagoniste di Wimbledon 2017 individuati attraverso le statistiche definitive

I numeri di Wimbledon femminile
Garbiñe Muguruza al termine della finale di Wimbledon 2017

Ecco una serie di classifiche che gli statistici di Wimbledon archiviano alla voce “Strokes”, vale a dire “Colpi”. La prima tabella indica chi ha saputo eseguire più spesso un vincente nel corso del palleggio. La prima, Aryna Sabalenka ha addirittura superato la media di un vincente ogni quattro colpi giocati (27%), mentre Kontaveit è esattamente su quel valore (25%). Molto simili i dati delle due finaliste Muguruza (18%) e Williams (17%), mentre più lontani quelli fra le altre due semifinaliste Konta (19%) e Rybarikova (15%).

 

Se abbandoniamo i numeri totali e ci addentriamo nell’efficacia dei singoli colpi, ritroviamo ai vertici giocatrici dalle caratteristiche abbastanza note. Forse l’aspetto più interessante è l’assenza di Muguruza, che si ferma al 111mo posto nella classifica relativa ai vincenti di dritto. Di tutte le classifiche del torneo, questa è quella in cui fa peggio, a conferma del fatto che in a Wimbledon 2017 ha mostrato una evidente differenza di incisività fra dritto e rovescio.

Mentre per quanto riguarda i vincenti di rovescio non si può non segnalare il notevole vantaggio tra il 13% di Timea Bacsinszky e il 9% delle seconde. A conferma di quanto sia fondamentale per il gioco di Timea il rovescio bimane, senza dubbio uno dei più efficaci del circuito.

Chiude questa sezione la classifica dei vincenti di volo, che vede al primo posto la sfortunata Mattek-Sands, che ritroveremo più avanti nella classifica dei Serve&volley. In ogni caso numeri non molto alti, a conferma del fatto che nel gioco contemporaneo si scende a rete poco.

a pagina 7: errori non forzati (UE) totali. UE dritto, UE rovescio.

1
2
3
4
5
6
7
8
9
CATEGORIE
TAG
Condividi