WTA Quebec City: Safarova ai quarti, fuori Golubic

In Canada ancora un successo per la n.1 del seeding, eliminata Kenin. Molto bene Hradecka e Van Uytvanck. Vickery sorprende Golubic

WTA Quebec City: Safarova ai quarti, fuori Golubic

Nell’International di Quebec City si è concluso il programma degli ottavi di finale, che non ha dato esiti sorprendenti, in quanto le favorite della vigilia hanno tutte superato il turno. Il torneo canadese, che rappresenta l’ultima “coda” nordamericana prima della parte di stagione riservata all’Asia e all’indoor europeo, ha visto la partecipazioni di tenniste per lo più di secondo piano o in crisi di risultati. Safarova, che è stata campionessa nel 2013, ha sbaragliato la concorrenza della statunitense Kenin, ancora troppo acerba per contrastare la solidità della sua avversaria. La ceca, dal tennis lineare e potente, c’ha messo qualche minuto prima di paralizzare gli attacchi di Sofia, la quale dimostra di avere delle prospettive abbastanza positive. Kenin, già contro Sharapova agli US Open, è sembrata una tennista in progressione e pronta a fare, prepotentemente, l’ingresso nella top 100 a breve.

Ritrova fiducia anche Van Uytvanck che elimina Erakovic in modo abbastanza convincente. La “pel di carota” belga negli ultimi tempi aveva smarrito parte di quel tennis esplosivo con cui aveva raggiunto i quarti di finale al Roland Garros del 2015. Erakovic c’ha provato, ma la mancanza di risultati positivi ha chiaramente influenzato il rendimento della neozelandese, che alla soglia dei 30 anni è ben lontana dal suo best ranking. Tanta delusione per il pubblico di casa, che ha assistito al crollo di Andreescu, che nel set decisivo è stata avanti 3-1 contro la “doppista” Hradecka, ma non ha saputo capitalizzare il vantaggio ottenuto. Dal canto suo la ceca è in grado di generare colpi violenti e di concludere lo scambio in modo rapido, ma è lenta negli spostamenti laterali. La tennista nordamericana, dopo un primo parziale abbastanza difficile, sembrava aver preso le misure e di poter chiudere la pratica con successo, ma l’inesperienza e un tipo di gioco, forse eccessivamente frenetico, hanno portato la pluricampionessa slam di doppio a ribaltare le sorti dell’incontro. Una rimonta clamorosa, che dà fiducia a Hradecka, tuttavia è più che altro un’occasione sprecata per Andreescu.  

 

Un’altra rimonta è stata quella di Vickery, che dal 2-4 del terzo parziale, ha infilato quattro giochi consecutivi e ha sorpreso Golubic. La svizzera, che dalla vittoria del titolo a Gstaad del 2016, è praticamente scomparsa dal tornei di un certo livello, infatti in questa stagione ha un saldo vittorie-sconfitte decisamente negativo. Prima del torneo canadese lo score recitava un malinconico 6-20, un monte sconfitte così elevato che ha minato la fiducia della tennista elvetica. L’americana ha saputo lavorare ai fianchi di Golubic, che oltre al suo favoloso rovescio ad una mano, manca di potenza e di varietà di gioco.

Risultati

[1] L. Safarova b. S. Kenin 6-4 6-3
S. Vickey b. V. Golubic 2-6 6-3 6-4
L. Hradecka b. B. Andreescu 2-6 6-2 7-5
A. V. Uytvanck b. M. Erakovic 6-4 7-6(4

CATEGORIE
TAG
Condividi