WTA Quebec City: derby ceco a Safarova, Babos spegne Abanda

Continua la corsa della tds n1, battuta Hradecka. Niente gloria per Abanda. La canadese raccoglie 5 giochi. Vittorie agevoli per Maria (prima semi WTA) e Van Uytvanck

WTA Quebec City: derby ceco a Safarova, Babos spegne Abanda

Giornata interlocutoria per il torneo canadese di Quebec City, i quarti di finale hanno regalato poche emozioni e praticamente nessuna sorpresa. L’ultimo match di giornata ha visto l’eliminazione della promessa Abanda, che è ancora troppo acerba per l’ungherese Babos, che ha fatto prevalere la sua maggiore esperienza complessiva. La sconfitta di Françoise era abbastanza prevedibile, tuttavia ci si aspettava qualcosa di più da parte della tennista di origine camerunense, anche perché nelle partite precedenti aveva dimostrato di attraversare un buon momento di forma. Dal canto suo Babos ha un tennis solido, in cui offesa e difesa trovano il giusto equilibrio e per il gioco estemporaneo di Abanda questo può rappresentare un problema.

Ora per l’ungherese arriverà in semifinale lo scoglio Safarova, che si è aggiudicata il derby contro Hradecka. Timea è indietro 2-1 nei precedenti, ma ha vinto l’ultimo proprio in casa, nella finale di Budapest. Certamente un buon viatico, ma Lucie è favorita anche in relazione alla velocità del campo da gioco. L’inizio di Safarova contro Hradecka non è stato confortante, in quanto la n.1 del seeding è andata sotto 3-0, poi con il passare dei minuti è riuscita a trovare le chiavi giuste per scardinare il servizio della campionessa slam di doppio. Entrambe sono due ottime doppiste, ma tecnicamente Safarova è superiore in ogni zona del campo e questo a lungo andare ha portato l’ex finalista del Roland Garros a vincere il match.

 

Vittoria agevole per la tedesca Maria che elimina rapidamente l’americana Vickery, che non è mai riuscita a tenere il ritmo da fondo della sua avversaria. Una partita tecnicamente povera, in cui gli errori della statunitense sono stati troppi per poter sperare di reggere il muro costruito dalla tennista europea. Per Maria arriva così la prima semifinale a livello WTA a 30 anni e dovrà vedersela contro la belga Van Uytvanck, che ha avuto gioco facile contro la giovane Dolehide. Alison ha tenuto sempre in mano lo scambio, approfittando delle indecisioni dell’americana, più preoccupata a “sparare” forte che a centrare il campo.  Dolehide ha buoni fondamentali, ma manca di visione e di geometria ed il tennis è soprattutto angoli e tattica, oltre che tecnica.

Risultati:

[1] L. Safarova b. LHradecka 6-4 7-5
[3] T. Babos b. F. Abanda 6-3 6-2
[4] T. Maria b. S. Vickery 6-1 6-3
[7] A. V. Uytvanck b. C. Dolehide 6-2 6-2

CATEGORIE
TAG
Condividi