Challenger, week 38: dove giocano gli italiani

Quattro tornei in programma, in tre di questi saranno impegnati giocatori italiani. Dieci in totale, compreso Berrettini (che sta giocando ora la finale a Istanbul)

Challenger, week 38: dove giocano gli italiani
Stefano Travaglia, US Open 2017

Dai cinque di questa settimana ai quattro della prossima: il circuito Challenger, diviso in tre continenti, continua a fare da valida alternativa al circuito maggiore che ripartirà con Metz e San Pietroburgo. Saranno dieci gli italiani impegnati in tre dei quattro tornei in programma, e il numero potrebbe crescere al termine delle qualificazioni. Ancora in campo Matteo Berrettini, che questa settimana ha raggiunto la finale a Istanbul e continuerà a giocare in terra turca.

Columbus (USA, cemento, $75000)

 

Il Challenger statunitense, come quello di Cary che si concluderà stasera, sarà privo di portacolori azzurri. Prima testa di serie il francese Quentin Halys, in tabellone – grazie al ranking protetto – anche il canadese Frank Dancevic, ex numero 65 ATP. Più nutrita la pattuglia europea che si presenta con sei unità, mentre i due indiani Ramanathan e Bhambri, rispettivamente seconda e terza testa di serie, approfitteranno del loro soggiorno in Canada per il tie di Coppa Davis e si sposteranno in Ohio per il torneo. Sarà il torneo più ricco della settimana ma non il meglio frequentato (ultimo da entry list Kobelt, n. 422 del mondo).

Il tabellone


Izmir (Turchia, cemento, €64000)

Tre italiani nel torneo che si disputa nella località balneare della Turchia occidentale. Ci sarà Matteo Berrettini, quarta testa di serie, che proprio in Turchia a Istanbul sta per scendere in campo a giocarsi il titolo con Malek Jaziri. Al primo turno affronterà il francese Bonzi. In tabellone anche Luca Vanni, che da quinta testa di serie esordirà contro la wild card di casa Yuksel, e Matteo Viola che se la vedrà con l’altra wild card turca Agabigun. Diversi i nomi già visti a Istanbul che rivedremo in campo a Izmir: ci sarà anche l’altro finalista Jaziri, primo favorito del seeding, e Sasha Bublik che in semifinale potrebbe ritrovare proprio il nostro Berrettini dopo la sconfitta di pochi giorni fa.

Il tabellone


Gwangju (Corea del Sud, cemento, $50000)

Sarà ancora Alessandro Bega a tenere alto il vessillo italiano in terra asiatica. Dopo la presenza al Challenger di Shanghai – eliminato al secondo turno – Bega è volato in Corea del Sud e proprio come a Shanghai sarà ancora l’unico europeo in tabellone assieme al tedesco Baghinger, da cui è stato eliminato. L’italiano affronterà al primo turno la wild card coreana Park (privo di ranking ATP). Dalle qualificazioni potrebbe però arrivare un rinforzo: Luca Frigerio (tds n.1) affronterà il giapponese Kibi nel turno decisivo. Il torneo ha perso la prima testa di serie: l’australiano Thompson, impegnato in Davis, ha comunicato il suo forfait. Il miglior piazzato in tabellone sarà quindi il canadese Polansky (2).

Il tabellone


Sibiu (Romania, terra, €43000)

Tanta, tantissima Italia sulla terra di Sibiu. Ben sei in tabellone: Arnaboldi (vs Cervantes), Napolitano (vs Daniel), Travaglia e Giustino che si affronteranno al primo turno, Cecchinato (vs Dembek) e Bellotti (vs Klizan). Impegno molto complicato per quest’ultimo, ma anche Napolitano non parte favorito contro il giapponese. La prima testa di serie del torneo è il tedesco Stebe, la seconda il serbo Djere: entrambi questo week-end sono impegnati in Coppa Davis. In tabellone anche Tommy Robredo e il NextGen Casper Ruud. Sono due gli italiani presenti nel tabellone cadetto. Si tratta di Matteo Donati (tds n.2, deve ancora esordire) ed Erik Crepaldi, già al turno decisivo.

Il tabellone

CATEGORIE
TAG
Condividi