Paire snobba la Davis: “Tanto non mi chiamano, vado in vacanza”

Il francese, offeso per la gestione delle convocazioni, si sfoga in conferenza stampa

Paire snobba la Davis: “Tanto non mi chiamano, vado in vacanza”

Qui l’articolo originale

Benoit Paire non è mai stato un tipo accomodante e, soprattutto, non ha mai avuto peli sulla lingua. Durante la conferenza stampa che ha seguito la finale di Metz, il talento di Avignone non è riuscito a nascondere la propria frustrazione quando un giornalista gli ha rivolto una domanda riguardante l’imminente finale di Coppa Davis.

 

Ho sempre sognato di giocare la Coppa Davis con la squadra francese, ma ora sono molto lontano, non lo nascondo. Non ho nessun contatto con lo staff della squadra francese, nessuna notizia. Quando preparano una cena di preselezione con molte persone della squadra, io non sono compreso. Poi vedo che al primo turno viene chiamato Chardy al mio posto, anche se sono meglio posizionato in classifica, o che al secondo tie viene convocato Mannarino per un incontro su terra battuta, una superficie su cui penso di poter fare buone cose.

Benoit non ha però fatto mancare il suo sostegno alla causa nazionale, pur non risparmiandosi una frecciatina finale. “Tanto meglio se la squadra francese vince, sono con loro con tutto il cuore, ma non fatemi parlare della Coppa Davis. Durante la finale sarò in vacanza.

CATEGORIE
TAG
Condividi