WTA Tashkent: rediviva Zvonareva. Pliskova out

Arriva un'altra vittoria per Vera Zvonareva, mentre cade la campionessa uscente e n.1 del seeding Kristyna Pliskova. Ottimo successo di Babos, ora vera favorita del torneo

WTA Tashkent: rediviva Zvonareva. Pliskova out
Vera Zvonareva - Tashkent 2017 (foto via Facebook, Tashkent Tennis)

A Tashkent riemerge dal passato Vera Zvonareva, che, a circa due anni dal ritiro ufficiale, ha scelto di tornare nel circuito femminile e di riassaporare le sensazioni della competizione agonistica. Nel periodo fuori dal campo la russa si è sposata, è diventata madre e ha ottenuto una laurea in relazioni internazionali ed economia presso l’Università di Mosca. Tuttavia all’ex n.2 del mondo è venuta nostalgia della racchetta, un sentimento naturale se per tutta la vita sei stata prima una tennista e poi una donna. In un’intervista a WTA Insider di qualche mese fa, Zvonareva aveva dichiarato di voler provare a giocare qualche torneo e, soprattutto, testare il suo fisico. Dopo le qualificazioni a New Haven e agli US Open (in entrambe le circostanze ha mancato l’accesso al tabellone principale), l’ex top ten ha scelto il circuito minore e qualche risultato c’è anche stato (la finale persa in Cina a Dalian contro Kozlova). In Uzbekistan sono arrivate due vittorie, la prima sofferta contro Begu, mentre quest’oggi la russa ha dominato una confusa Parmentier. Un successo convincente, in cui a tratti si è rivisto il tennis geometrico della 33enne moscovita, che ha martellato da fondo la sua avversaria con rovesci angolati ed imprendibili. Per la transalpina una “lezione” dura, ma che dimostra come il livello medio della WTA sia decisamente mediocre.

Il torneo saluta la n.1 del seeding e campionessa uscente Kristyna Pliskova, che crolla sotto i fendenti della giapponese Nara. Per la ceca un brutto colpo, che mette in luce tutti i suoi limiti tecnici e di mobilità, mentre Kurumi dimostra di poter salire in classifica generale e di poter rientrare stabilmente nella top 100. Risorge anche Voegele che elimina un po’ a sorpresa la ceca Vondrousova al termine di un match equilibrato solo nel primo parziale. Ci sono stati break, errori e tante emozioni, ma l’elvetica, dopo aver fallito addirittura otto set point, si aggiudica il tiebreak e praticamente la partita, in quanto la sua avversaria è scomparsa dal campo.

 

Continua spedita la corsa dell’ungherese Babos, capace di piegare con un periodico 6-3 Allertova, mentre soffre più del dovuto Krunic, ma alla fine elimina Cepelova. La serba, che nel prossimo incontro testerà la resistenza di Zvonareva, sembra aver raggiunto un buon stato di forma, tuttavia paga ancora qualche down mentale di troppo. Il tennis ucraino centra due vittorie: superano infatti il turno Bondarenko e Kozlova, che in due set liquidano rispettivamente Hibino e Alexandrova. Il programma di giornata, che ha subito dei ritardi per la pioggia, si è poi concluso con la sconfitta di Maria, caduta sotto i colpi della bielorussa Sabalenka. Un passo indietro della tedesca, anche perché molto più dotata tecnicamente della sua avversaria, che ha avuto però il merito di rimanere concentrata fino all’ultimo quindici.

Risultati:

[Q] V. Zvonareva b. P. Parmentier 6-2 6-0
[2] T. Babos b. D. Allertova 6-3 6-3
K. Kozlova b. [8] E. Alexandrova 6-2 6-3
K. Bondarenko b. [7] N. Hibino 6-4 7-5
[6] A. Krunic b. J. Cepelova 6-2 1-6 6-3
S. Voegele b. [5] M. Vondrousova 7-6(8) 4-6 7-5
K. Nara b. [1] Kr. Plyskova 7-6(5) 6-1
A. Sabalenka b. [3] T. Maria 6-3 7-5

CATEGORIE
TAG
Condividi