Challenger: spunta a sorpresa Gian Marco Moroni, unico superstite

Terribile primo turno per gli italiani al "Due Ponti" di Roma

Challenger: spunta a sorpresa Gian Marco Moroni, unico superstite
Gian Marco Moroni, classe 1998 e n. 837 ATP

BFD CHALLENGER – ROMA (€ 43000, terra)

Classe 1998, nessuna vittoria sinora nel circuito Challenger, posizionato al gradino n.837 del ranking ATP. Questi erano i numeri di Gian Marco Moroni, romano residente a Guidona Montecelio prima di iniziare (grazie a una wild card) il Challenger “Due Ponti” di Roma. Adesso, dopo l’ecatombe di primo turno che ha visto l’eliminazione di ben sette italiani con le uniche vittorie emerse da tre derby, Moroni è il solo italiano ancora in gioco per aver battuto in due set Stefano Napolitano al primo turno. Affronterà oggi la settima testa di serie del tabellone, il serbo Krajinovic.

 

Le altre vittorie azzurre era arrivata grazie ad Arnaboldi (nel derby contro Travaglia) e Caruso (contro Adelchi Virgili, ritiratosi dopo il primo set). Arnaboldi e Caruso si sono poi arresi rispettivamente a Patricio Heras (n.609 ATP) e Laslo Djere (n.96 ATP, tds n.2).

Tutte abbastanza pesanti le altre quattro sconfitte azzurre. Lorenzo Giustino ha ceduto all’esordio allo stesso Heras, Matteo Donati (wild card) si è arreso al lucky loser francese Benchetrit e Marco Cecchinato non ha saputo vincere più di quattro game contro Gimeno-Traver (precipitato alla posizione 629). Ha vinto un primo set lottato per poi arrendersi facilmente al rumeno Ungur Cristian Carli, n.543 e ultima delle wild card italiane.

Il tabellone


WELLS FARGO TIBURON CHALLENGER – TIBURON (USA, $100.000, cemento)

Nessun italiano iscritto al torneo, il tabellone del Challenger statunitense è ancora asimmetrico. Già delineati i quarti di finale della parte alta (Dancevic-Gunneswaran e Norrie-Mmoh), nella parte bassa sono disputarsi ancora gli ottavi di finale. Impegnati la seconda e la terza testa di serie del torneo, Sandgreen e Halys contro Schnur e Alejandro Gonzalez. Eliminato al primo turno il favorito n.1 Bemelmans. Il belga si è fatto sorprendere dalla wild card locale Tom Fawcett, n.1228 ATP.

Il tabellone 


OPEN D’ORLEANS – ORLEANS (Francia, €127.000, cemento)

Il torneo più ricco della settimana è parimenti privo di tennisti italiani. Dopo il primo turno sono ancora gioco tutte le teste di serie: in ordine di seeding Zeballos, Herbert, Kukushkin, Gombos, Kuznetsov, Benneteau, Bublik e Mahut. Al secondo round anche il classe ’98 Geoffrey Blancaneux, vincitore del Roland Garros junior nel 2016. L’unico quarto di finale già delineato è quello che vedrà opposto Kuznetsov (5) e Gombos (4).

Il tabellone

CATEGORIE
TAG
Condividi