Sharapova: “Non è facile riprendere il ritmo”

Dopo la sofferta rivincita contro Sevastova a Pechino, la campionessa russa in conferenza stampa ha parlato delle sue sensazioni durante il match e delle difficoltà di rientrare nel circuito

Sharapova: “Non è facile riprendere il ritmo”

È una Sharapova provata ma soddisfatta quella che si presenta di fronte ai microfoni dei giornalisti dopo la vittoria al primo turno del torneo di Pechino. Ed è comprensibile visto che ha avuto bisogno di oltre 3 ore e due tiebreak per prendersi una rivincita sulla lettone Anastasjia Sevastova, colei che l’aveva battuta nel suo ultimo match ufficiale agli ottavi di finale degli US Open. In particolare, dopo aver vinto al tie-break il primo set, Masha ha perso il secondo con il punteggio di 7-5, dovendo ricorrere al parziale decisivo per conquistare il match. “Ho rischiato troppo e non ho giocato in maniera intelligente e quello mi ha obbligato a rimanere in campo”, ha detto la russa in proposito.

Ma anche nel terzo set l’equilibrio ha regnato sovrano tanto che si è giunti nuovamente al tie-break. L’ultima volta che Masha si era ritrovata in questa complicata situazione era stata nell’aprile del 2014, a Stoccarda, sulla terra rossa, contro la ceca Lucie Safarova all’esordio. E anche in quell’occasione riuscì a spuntarla. “Era da molto che non mi ritrovavo a giocare un tiebreak del terzo set”, ha appunto sottolineato la 5 volte campionessa Slam, “Sentivo che avrei dovuto e potuto evitarmelo ma quando sei in quella situazione fai di tutto per vincere. Io non avevo sfruttato delle opportunità e l’inerzia era dalla sua parte. Ma mi muovevo ancora rapidamente. Ho cercato di giocare alla mia maniera. Ho messo a segno un bel rovescio lungolinea e un gran dritto sul match point. Non ho mollato. È un bel segnale considerando che era da alcune settimane che non giocavo e contro di lei avevo perso agli US Open. È stato bello venirne fuori con una vittoria proprio per questa ragione”.

 

La bella siberiana tuttavia ha messo in mostra fin troppi passaggi a vuoto durante l’incontro, dovuti probabilmente ai pochi match giocati dopo il rientro dalla sospensione per doping. “È importante continuare a giocare per me. L’intensità del tennis è qualcosa che non si può replicare”, ha commentato in proposito Sharapova, “È qualcosa alla quale bisogna adattarsi. Non è facile per nessuno tornare nel circuito dopo una lunga assenza e non è facile per me. Servono molti incontri. Per questa ragione in questi match ci possono essere alti e bassi. Ma quando riesci a spuntarla e vedi il tuo nome avanzare nel tabellone è molto positivo”. E vedremo fin dove riuscirà ad arrivare a Pechino.

CATEGORIE
TAG
Condividi