Dan Evans sospeso fino al prossimo 23 aprile

Il tennista britannico era risultato positivo alla cocaina in un test effettuato durante il torneo di Barcellona. Squalifica anche per il bulgaro Kutrovsky, sospeso da quasi due anni per uso di metanfetamina

Dan Evans sospeso fino al prossimo 23 aprile

Sospeso a titolo provvisorio dallo scorso 26 giugno per essere risultato positivo a un metabolita della cocaina durante il torneo di Barcellona andato in scena lo scorso aprile, Dan Evans si è visto comminare nella giornata odierna l’attesa (e prevista) squalifica. Il ribelle nato a Birmingham, che aveva prontamente ammesso l’uso della sostanza allegando le proprie scuse a tutti gli appassionati per la condotta negligente, è stato fermato per un anno con decorrenza dal 24 aprile 2017, giorno in cui sono stati prelevati i suoi campioni di urina. La pena prevede, ovviamente, la cancellazione di tutti i punti (95) conquistati e la sottrazione del montepremi ($76305) guadagnato dal giorno in cui è stata riscontrata la positività. Evans paga la violazione dell’articolo 2.1 del Tennis Anti-Doping Programme (“presenza di sostanza proibita o di un qualsiasi suo metabolita o marker nella provetta dell’atleta“), e dovrà rimanere lontano dai campi fino al 24 aprile 2018. 

Nella giornata odierna l’ITF ha reso noti anche i termini della squalifica comminata a Dimitar Kutrovsky, tennista bulgaro con best ranking di numero 293 ATP. Kutrovsky paga l’infrazione del medesimo articolo, ed è sospeso dal 14 novembre del 2015 dopo essere risultato positivo alla metanfetamina nell’analisi di un test effettuato durante il challenger di Tiburon nel settembre dello stesso anno. Il bulgaro, recidivo (era stato sospeso per 15 mesi tra il 2012 e il 2013 dopo essere stato pizzicato positivo alla dimetilamilammina, un famigerato “fat burner” impiegato illecitamente da alcuni sportivi negli integratori alimentari), dovrà rimanere fermo fino alla mezzanotte del prossimo 13 novembre.

 

CATEGORIE
TAG
Condividi