A Valladolid verrà intitolata una via a Rafa Nadal

Il nome del sedici volte campione Slam sostituirà quello di uno storico franchista. Il progetto del comune è molto significativo, promosso in una settimana tormentata per gli spagnoli

A Valladolid verrà intitolata una via a Rafa Nadal

Dopo Roger Federer, a cui quattro anni fa è stata intitolata una strada nella sua amata Halle, anche il numero uno del mondo, Rafael Nadal, avrà una via che porta il suo nome, a Valladolid, città del centro-nord della Spagna. Mercoledì il consiglio comunale ha stabilito che proseguirà i suoi lavori nel tentativo di eliminare dalla città ogni riferimento alla dittatura di Francisco Franco, alla sollevazione militare e alla guerra civile -come riporta il Diario de Valladolid-. Il sindaco ha perciò deciso di cambiare sette intitolazioni di strade che hanno ancora dei rimandi al regime franchista o a Primo de Rivera.

Il nome del tennista spagnolo, che è nativo di Maiorca, comparirà al posto dello storico spagnolo -franchista- Luis Suarez Fernandez (Calle del Rector Luis Suarez). Inoltre, verranno inseriti anche i nomi del Premio Nobel per la pace nel 1992, Rigoberta Menchù, la poetessa Gloria Fuertes, la scrittrice Emilia Pardo Bazan, il gruppo musicale Celtas Cortos, che prenderanno il posto di nomi di militari e ministri attivi in anni che hanno segnato negativamente la storia spagnola.

 

Dopo ciò che si è visto domenica in Catalogna, e su cui si è detto sofferente anche lo stesso Nadal,  il progetto che porta avanti il comune di Valladolid assume un significato ancora più forte. Il fatto che alcune intestazioni, che si accostano alla dura repressione in terra iberica, vengano sostituite con personalità di cultura ha un valore profondo per il popolo spagnolo ed è anche un messaggio importante per la società tutta.
E inoltre, che un pezzo di sport, qual è Rafa Nadal, venga considerato per un’iniziativa tale è una notizia di gran rilievo per il mondo del tennis.

CATEGORIE
TAG
Condividi