Zverev: “Non capisco come ho fatto a perdere. Milano? Non so”

Nella conferenza post match Sascha Zverev è apparso molto frustrato per la sconfitta contro del Potro. Inoltre ha messo in dubbio la sua presenza alle NextGen Finals di Milano

Zverev: “Non capisco come ho fatto a perdere. Milano? Non so”

Alexander Zverev è apparso molto deluso in conferenza stampa dopo il suo match di ottavi di finale a Shanghai contro Juan Martin del Potro. In particolare il tedesco non è riuscito a capire il motivo della sconfitta in cui era partito fortissimo conquistando il primo set con autorità, salvo perdere poi il secondo al tie-break e il terzo a causa dell’unico break subito in tutta la partita: “Non so cosa avrei potuto fare meglio, ma per come la vedo io è impossibile perdere una partita concedendo un solo break, a meno che giochi con Isner o Karlovic. Credo di aver giocato in maniera orribile in risposta; forse non ho cercato abbastanza il punto sul suo servizio.

Parole viziate dal nervosismo post gara (ha anche spaccato la racchetta nel terzo set) e da un pizzico di arroganza giovanile, considerando che Delpo ha il merito di non avergli concesso molte chance in risposta (13 punti vinti su 75, di cui 6 nei primi due giochi).

 

Zverev poi ha parlato del prosieguo della sua stagione e nella fattispecie della sua presenza alle NextGen ATP Finals di Milano, ormai sempre più remota: “Non ho ancora preso una decisione, ne parlerò con il mio team al completo quando tornerò a casa in Europa. Voglio che ci siano tutti e che se parli seduti insieme, non ora al telefono. Londra comunque è l’evento più importante tra i due e se dovessi trovarmi di fronte a una scelta, sceglierei Londra.”

Se dovesse decidere di prendere parte anche al neonato torneo meneghino, Zverev dovrebbe giocare tre settimane di seguito fra Parigi Bercy, Milano e Londra. È anche vero che con le regole che i giovani troveranno alle Finals cadette non ci sarà bisogno di fare maratone e l’impegno fisico sarà, seppur di poco, ridotto.

CATEGORIE
TAG
Condividi