ATP Finals, semaforo verde anche per Thiem

Il ventiquattrenne austriaco è il quarto giocatore a staccare il pass per il maxi evento londinese dopo Federer, Nadal e Sascha Zverev. Anche Marin Cilic a un passo dalla qualificazione

ATP Finals, semaforo verde anche per Thiem

Le premesse visto il periodaccio non sono delle migliori, ma intanto Dominic Thiem il suo l’ha fatto: eliminato ieri a Shangai da Viktor Troicki al termine di una prova poco confortante, Dominator si è comunque ufficialmente qualificato per le Finals di Londra in programma alla O2 Arena a partire dal prossimo 12 novembre. Il nome di Thiem si aggiunge dunque in cartellone a quelli di Rafa Nadal, Roger Federer e Sascha Zverev, già da tempo sicuri di un posto tra i migliori otto al termine della Race annuale.

Il ventiquattrenne nato a Wiener Neustadt, in astinenza da vittorie dal terzo turno dello US Open, sta attraversando il momento più difficile di una stagione comunque rivelatasi piuttosto brillante, specialmente nelle sortite sull’amata terra battuta, superficie che gli ha regalato, oltre alle finali di Madrid e Barcellona e alle semifinali al Roland Garros (la seconda consecutiva) e a Roma, anche l’unico titolo del 2017, in febbraio a Rio de Janeiro. Senza sorpresa alcuna, Thiem ha vissuto un’altra stagione da globetrotter, con 24 tornei affrontati e un record complessivo di 44 vittorie e 22 sconfitte (ma 24-5 sulla polvere di mattone).

 

L’allievo di Gunter Bresnik, apparso naturalmente sollevato (“è difficile riuscirci una volta, figuriamoci due di seguito“), è il secondo tennista austriaco nella storia a qualificarsi più volte alle Finals. Il primo, naturalmente, fu Thomas Muster, il quale riuscì nell’impresa in tre occasioni (1990, 1995 e 1997).

A quattro settimane dal rendez-vous londinese la rosa dei nomi pronti a occupare una delle ultime quattro piazze disponibili si restringe sempre di più. A un passo, forse meno, dalla qualificazione si trovano Marin Cilic e Grigor Dimitrov. Il croato, in particolare, battendo Nadal domani nella semifinale di Shangai sarebbe certo di un posto alla O2 Arena.

 

CATEGORIE
TAG
Condividi