Nadal: “Ho giocato bene, Roger meglio. Basilea? Non so ancora”

Dopo la finale contro Roger Federer: "Sono comunque molto soddisfatto. Ho fasciato il ginocchio, ma non posso dire di più"

Nadal: “Ho giocato bene, Roger meglio. Basilea? Non so ancora”

All’inizio della settimana hai detto che con Roger in queste condizioni sarebbe stata una sfida significativa. Come valuti la finale di oggi?
È stato di sicuro un match molto difficile per me. Lui ha giocato molto veloce e molto bene. Non so quanti errori non forzati ha fatto, ma penso che abbia giocato bene. Forse avrei potuto fare meglio alcune cose, ma questo è tutto. No, ha giocato davvero bene, questo è il mio punto di vista. Perciò congratulazioni a lui.

Indipendentemente dal risultato di stasera, hai giocato in questa parte di stagione meglio di come hai giocato di solito in questo periodo nel corso della tua carriera. Hai fatto qualcosa per aggiustare la tua preparazione? È solo che sei riuscito a mantenerti in forma? C’è qualcosa che hai imparato per fare meglio in questa parte della stagione quest’anno?
No, ho giocato bene. È tutto, no? Pechino è stato un torneo che ha richiesto tempo per me affinché giocassi bene. Non mi sono mai piaciute molto le palle. Era difficile trovare un buon ritmo. Ho giocato alla grande a Pechino quest’anno e anche qui. Ho disputato un fantastico torneo, con buone vittorie. Sono molto soddisfatto del modo in cui ho affrontato l’intero tour asiatico. Pechino, Shanghai sono state due settimane molto positive per me. Tanti punti, molte vittorie contro grandi avversari. Torno con tanta soddisfazione personale per il modo in cui ho giocato.

 

Hai messo una fasciatura sul tuo ginocchio destro. L’hai fatto per precauzione?
No. Non voglio parlarne adesso, chiedo scusa, ma dopo aver perso una finale non è il momento.

Questa domanda riguarda la pressione o la motivazione. Siccome non hai mai vinto il titolo a Shanghai, credi che questa sia la motivazione per tornare qui il prossimo anno?
No, ho giocato ogni torneo con la massima motivazione. Non sarebbe giusto giocare qui con una motivazione più alta che a Montecarlo, perché non ho vinto qui e ho vinto 10 volte a Montecarlo. Quando vado in campo do il massimo, a volte gioco meglio, a volte peggio. Shanghai è un evento importante e gli ho sempre prestato attenzione. È vero che spesso non ho giocato così bene come avrei voluto qui, ma ho già fatto due finali e due semifinali. Quindi non è stato un cattivo torneo.

Hai detto molte volte che il terreno duro non è la migliore superficie per il tuo corpo, per le tue ginocchia. Hai giocato tornei uno dietro l’altro. Hai un altro torneo sul cemento tra poco più di una settimana (Basilea). Ci andrai?
Non lo so, ho bisogno di pensarci. Non posso (sorridendo). Non posso dirvelo, scusa.

Come giudicheresti la forma di Roger in questo momento rispetto a come è stata nell’ultimo decennio?
Ha vinto due Slam, tre Masters 1000, è secondo in classifica con un sacco di punti. Già, ha giocato bene per tutta la stagione. La cosa buona per lui è che ha preso dei periodi di riposo e quando è tornato è stato in grado di vincere. Quindi fa differenza, perché è molto facile dire, prendo questo periodo di tempo e funziona molto bene. Okay, funziona molto bene se torni e vinci. Perché se torni e non vinci, allora certamente non va bene. Quando qualcuno vince tanto, sembra che il calendario sia perfetto. Quando qualcuno sta perdendo, sembra che il calendario non sia buono. Quest’anno, Roger ha giocato alla grande in tutti gli eventi che ha disputato, sembra che abbia preservato il suo corpo, ha fatto le cose giuste, sì, probabilmente, sì, ma allo stesso tempo tutto potrebbe accadere. La fiducia a volte è altalenante. Puoi perdere un paio di partite e cambia tutto, ma ovviamente ha fatto cose incredibili. Ha giocato un livello molto alto di tennis durante tutta la stagione, sono felice di vederlo giocare bene.

CATEGORIE
TAG
Condividi