WTA Lussemburgo: la stagione di Cirstea finisce con un ritiro

La rumena abbandona il campo per dolori alla coscia sinistra sotto di un set e di un break contro Cepede Royg. Avanzano Kontaveit e Mertens. Fuori Patty Schnyder nelle quali

WTA Lussemburgo: la stagione di Cirstea finisce con un ritiro
Sorana Cirstea - WTA Lussemburgo 2017 (foto via Facebook, BGL BNP Paribas Luxembourg Open)

La stagione WTA (la regular season per lo meno) si appresta a chiudere i battenti questa settimana, proponendo due storici piatti forti dell’ottobre in gonnella: Mosca e Lussemburgo. Quest’ultimo, che ha goduto per un breve tratto della sua vita dello stato di Tier II, paragonabile a un Premier odierno, è l’ultimo International della stagione. Nella sua storia ha goduto della presenza di leggende del tennis: Kim Clijsters ha vinto il torneo cinque volte, Navratilova e Novotna due, Pierce, Capriati, Ivanovic, Dementieva, Azarenka, Wozniacki e Venus Williams una. Nell’albo d’oro appare anche l’Italia con il trionfo di Roberta Vinci nel 2010. Francesca Schiavone aveva invece perso la finale contro Alona Bondarenko nel 2006 (quando il torneo era Tier II).

La campionessa in carica è Monica Niculescu, vincitrice a sorpresa in una finale senza storia contro Petra Kvitova. Quest’anno la rumena è nuovamente in tabellone, opposta alla qualificata francese Paulina Parmentier. La prima favorita è Angie Kerber, precipitata dal trono del mondo al numero 12 in poco più di tre mesi, che sarà impegnata in un primo turno potenzialmente ostico contro la campionessa olimpica Monica Puig. Presenti anche Sabine Lisicki e Andrea Petkovic, entrambe con una wild card, e Genie Bouchard.

 

Oggi si sono concluse le qualificazioni, con la vittoria in tre set della prima testa di serie del tabellone cadetto, la belga Van Uytvanck, sulla sempreverde Patty Schnyder, che in punta di piedi si sta ricostruendo una classifica rispettabile (è 160 ora). Qualificate anche Parmentier, Fett e Wickmayer. Nelle partite di primo turno spicca il ritiro di Sorana Cirstea, quarta testa di serie, sotto 7-5 3-2 contro la paraguaiana Veronica Cepede Royg (76). Cirstea, zoppicante e con una visibile fasciatura alla coscia sinistra, chiude così una stagione che l’ha vista salire dall’81esima posizione di inizio anno alla 37esima odierna.

Nessun problema invece per la terza testa di serie, Anett Kontaveit (35), e per la quinta, Elise Mertens (38), entrambe vincitrici per 6-0 6-2 su Cepelova (108) e Sorribes Tormo (94) rispettivamente. Avanzano anche la settima testa di serie, Beatriz Haddad Maia (58), vittoriosa in due set su Kirsten Flipkens (74); Madison Brengle (83) che ha disposto agevolmente di Lara Arruabarrena (80); e Carina Witthoeft (73), che ha avuto la meglio dell’ottava testa di serie, Varvara Lepchenko (60), al tiebreak del terzo set, dopo aver annullato un match point sul 5-4 in favore dell’americana.

Risultati:

[3] A. Kontaveit b. J. Cepelova 6-0 6-2
M. Brengle b. L. Arruabarrena 6-2 6-2
[5] E. Mertens b. S. Sorribes Tormo 6-2 6-2
[7] B. Hadded Maia b. K. Flipkens 6-3 6-4
V. Cepede Royg b. [4] S. Cirstea 7-3 3-2 rit.
C. Witthoeft b. [8] V. Lepchenko 7-6(1) 2-6 7-6(1)

CATEGORIE
TAG
Condividi