WTA Lussemburgo: Puig continua la corsa, out Petkovic e Kontaveit

Andrea si ritira dopo un set. La portoricana prosegue dopo il successo su Kerber. Fuori anche Kontaveit

WTA Lussemburgo: Puig continua la corsa, out Petkovic e Kontaveit
Monica Puig (foto Roberto Dell'Olivo)

Esce di scena Anett Kontaveit, che perde in due set da Heather Watson, numero 81 del mondo. Nel primo set le due tenniste tengono benissimo il proprio turno di battuta, senza soffrire mai, fino al nono game quando Kontaveit scende 15-40 e non riesce più a recuperare. Watson attacca a testa bassa e già nel primo game del secondo set si prende un break. Poi l’inglese diminuisce un po’ l’intensità della battuta e deve rintuzzare un attacco sul suo servizio nel quarto game, per poi capitolare nel sesto game. Kontaveit oggi però ha poca forza e nel game successivo di nuovo serve malissimo, si fa brekkare e non recupera più.

Ci mette invece tre set Elise Mertens per avere la meglio su Madison Brengle, numero 85 WTA. Primo set dove il fattore servizio vale zero, Mertens difende due turni di battuta, in cui fronteggia 5 palle break, e cede due servizi. Brengle fa peggio e si fa brekkare 4 volte. Il secondo set per la belga è un disastro, nei propri turni di servizio mette a segno 3 punti, facendosi brekkare per 3 volte. A Brengle è sufficiente tenere il servizio per chiudere il set a zero. Nel terzo set Mertens torna almeno a servire una discreta seconda palla e a tenere tre volte il servizio, Brengle dopo la cavalcata del secondo set delude alla battuta, e perde un match non impossibile oggi.

 

Carina Witthoeft batte in due set Rodina, tre break per set per la tedesca, che soffre solo nel secondo set dove nei primi due turni di battuta serve male e si fa brekkare. Rodina al servizio ne azzecca poche e solo all’inizio del secondo set è intraprendente sulla ribattuta. Cade Beatriz Haddad Maia, numero 7 del tabellone, contro Johanna Larsson, numero 79 del ranking. La brasiliana approfitta di un unico passaggio a vuoto nel primo set di Larsson, nel secondo game dove si fa brekkare, poi le basta servire bene per portarsi a casa il primo set. Beatriz serve bene anche nel secondo set ma Larsson non molla un punto, e per chi ribatte c’è veramente poco da giocare, si contano solo tre palle break e si va al tiebreak: due minibreak a uno rimettono in parità la partita, Haddad Maia si innervosisce ed esce scura in volto dal set. E i risultati si vedono, perché la brasiliana si fa brekkare nel terzo e quinto game del set successivo, sbaglia molto e non riesce più a tenere il ritmo di Larsson che chiude il match.

Avanti anche Bertens che approfitta del ritiro di Andrea Petkovic, numero 90 del mondo, nel secondo set. L’olandese nel primo set brekka due volte l’avversaria, sale 4-0, e poi inizia a pasticciare. Prende un break, nel sesto game, poi nel successivo risponde alla tedesca, che inizia a mostrare qualche difficoltà di movimento. Nel secondo set break Bertens nel terzo game e fine dei giochi. Sabine Lisicki, numero 262 del mondo ed ex finalista a Wimbledon, perde in tre set da Naomi Broady, 129 WTA. Un break nel primo set, al terzo game, basta alla tedesca per portarsi avanti di un set. Ma è soprattutto nel secondo set che Lisicki ha la grande occasione, visto che dopo aver brekkato due volte l’avversaria, nel nono game ha due match point, sul servizio avverso. Entrambi falliti, anzi nel decimo game c’è un break che rimette in parità la partita. Break di nuovo inglese nel dodicesimo game e occasione persa. Nel terzo set a Broady basta un break nel secondo game per chiudere la partita. Monica Puig dopo aver eliminato Kerber, batte in due set anche Alison Van Uytvanck. Primo set molto equilibrato, buon servizio di entrambe ma è Puig a doversi difendere nell’undicesimo game da 4 palle break, su cui ci vuole tutta la sua tenacia. Si va quindi al tiebreak e il servizio che mai aveva tremato nel primo set, abbandona Alison, che si fa brekkare per due volte e cede il set. Secondo set equilibrato con i servizi che latitano, ci sono due break per parte e si arriva all’undicesimo game dove Alison si difende bene da tre palle break e si va al tiebreak. Puig ne ha di più e infligge tre minibreak all’avversaria e fa sua la partita al primo match point.

Risultati:

[5] E. Mertens b. M. Brengle 3-6 6-2 6-0
H. Watson b. [3] A. Kontaveit 6-4 6-4
C. Witthoeft b. E. Rodina 6-2 6-3
J. Larsson b. [7] B. Haddad Maia 3-6 7-6 (5)6-2
P. Parmentier b. V. Cepede 7-5 6-1
[2] K. Bertens b. [WC] A. Petkovic 6-2 2-1 rit.
[LL] N. Broady b. [WC] S. Lisicki 4-6 7-5 6-3
M. Puig b. [WC] A. Van Uytvanck 7-6 (2) 7-6(1)

CATEGORIE
TAG
Condividi