ATP Stoccolma: avanti del Potro e Dimitrov

L'argentino supera Struff, il bulgaro batte Janowicz. Si rilancia Kevin Anderson che sconfigge Chung

ATP Stoccolma: avanti del Potro e Dimitrov

DELPO FACILE – Ritorno a Stoccolma vincente per Juan Martin del Potro. Il quarto favorito del seeding, campione uscente di questo torneo, ha sconfitto 6-2 7-6(6) il numero 49 del mondo Jan-Lennard Struff. Alla vigilia del torneo erano molti i dubbi riguardanti la presenza dell’argentino, a causa del piccolo infortunio occorsogli al polso operato durante il quarto di finale contro Troicki a Shanghai. Tuttavia del Potro, grazie ai 5 giorni di riposo tra la semifinale contro Roger Federer ed il match di oggi, è entrato in campo perfettamente ristabilito e fin dalle prime battute ha utilizzato senza problemi il rovescio bimane coperto. Nel primo set Struff commette qualche errore di troppo e non riesce mai ad impensierire l’argentino, solido e concentrato fin dalle prime battute; il numero 19 del mondo effettua il break nel primo e nel settimo gioco, chiudendo la frazione 6-2 in poco più di mezz’ora. Con il passare dei minuti, Struff comincia a trovare le giuste contromisure e  grazie soprattutto al servizio riesce a rimanere agganciato al suo avversario; nessuno dei due giocatori concede chance in battuta e quindi è inevitabile l’arrivo al tie break. Sul 5-6 Struff annulla il primo match point con il servizio, ma nel punto successivo tenta un folle serve and volley, dove incassa il passante di dritto dell’argentino, che chiude il match al punto successivo grazie ad un servizio vincente. Domani delPo se la vedrà con la testa di serie numero 7 Yuichi Sugita, che in apertura di programma ha liquidato in tre set il cipriota Marcos Baghdatis.

DIMITROV CONCRETO – Continua il buon momento di forma di Grigor Dimitrov, prima testa di serie del torneo. Il bulgaro ha sconfitto in due set lottati, 7-5 7-6, il qualificato Jerzy Janowicz, attuale numero 141 del mondo, ma giocatore sempre ostico da affrontare specialmente sulle superfici rapide. Il polacco dopo la semifinale di Wimbledon nel 2013, sembrava essere destinato ad una carriera da protagonista assoluto, ma nelle stagioni successive non è riuscito a confermare i risultati che lo portarono top 15, complice anche un serio infortunio al ginocchio occorsogli nel gennaio del 2016, che lo costrinse a ricorrere ad un intervento chirurgico pochi mesi più tardi. Il match si è deciso su pochi punti, dove è emersa la maturità del Dimitrov versione 2017; nel primo set il break decisivo arriva nell’undicesimo gioco, quando il polacco commette tre gratuiti di dritto ed un doppio fallo, consegnando al bulgaro il primo set per 7 giochi a 5. Si mantiene l’equilibrio anche nella seconda frazione, dove entrambi non hanno grossi problemi nel mantenere i propri turni di servizio. Nel tie break, è Dimitrov il primo ad ottenere sul 3-2 il mini break che poi si rivelerà decisivo, grazie ad un ottimo dritto in avanzamento. Il prossimo ostacolo nei quarti sarà Mischa Zverev: il tedesco ha sconfitto con sorprendente facilità il serbo Viktor Troicki, che proveniva dall’ottimo quarto di finale raggiunto a Shanghai.

 

KEVIN ALIMENTA IL SOGNO FINALS – Esordio nel torneo meno complesso del previsto per Kevin Anderson. Il finalista degli Us Open si è sbarazzato in poco più di 1 ora del sudcoreano Hyeon Chung, con il punteggio di 6-3 6-2. Il match si prospettava interessante soprattutto perché entrambi sono a caccia di punti importanti per la qualificazione nei due Masters di fine anno; il sudafricano (dodicesimo nella race, ma decimo se non si considerano gli infortunati Djokovic e Wawrinka) è obbligato a raggiungere un buon risultato qui a Stoccolma per mantenere vivo il sogno di giocare per la prima volta le Finals di Londra, mentre Chung, che attualmente occupa il settimo posto della Race to Milan, deve difendersi dagli attacchi di Medvedev e Tiafoe. L’incontro si è però rivelato a senso unico: il tennis monocorde ma estremamente solido di cui dispone il giovane sudcoreano, non ha mai impensierito il gigante di Johannesburg, sempre in assoluto controllo del match. Il numero due del seeding affronterà nei quarti di finale lo spagnolo Fernando Verdasco: il bilancio degli scontri diretti è in perfetta parità, 3-3.

Per quanto riguarda i nostri colori, Fabio Fognini affronterà domani alle 13.30 la testa di serie numero 3 Jack Sock.

Risultati:

[1] G. Dimitrov b. [Q] J. Janowicz 7-5 7-6 (5)
[5/W] M. Zverev b. V. Troicki 6-2 6-2
[7] Y. Sugita b. M Baghdatis 6-3 3-6 6-2
[2] K. Anderson b. H. Chung 6-3 6-2
[4] J. del Potro b. J-L. Struff 6-2 7-6(6)

CATEGORIE
TAG
Condividi