WTA Mosca: Kasatkina e Vikhlyantseva in semi

Facile Daria contro Sasnovich. Sfiderà Begu al prossimo turno. Maratona per Natalia. Servono 3 ore per superare Cornet. Semifinale contro Goerges

WTA Mosca: Kasatkina e Vikhlyantseva in semi

Irina-Camelia Begu vince su Vera Lapko (numero 167 del mondo), che arrivava da cinque vittorie consecutive conseguite dalle qualificazione ai quarti. E l’entusiasmo di Vera nel secondo set si è visto tutto. Primo parziale invece nelle corde di Begu, che mette in costante difficoltà l’avversaria e la brekka nel settimo e nel nono game, chiudendo al primo set point. Begu si porta in vantaggio di un break anche nel secondo parziale ma poi si addormenta e cede il servizio nel nono e undicesimo game, con Lapko che gioca bene e non molla un punto, chiudendo per 6-4. Dopo aver lasciato un break nel secondo gioco del terzo set, Lapko attacca una Begu all’improvviso timida a svagata e si prende due break che nel decimo game la portano a servire per il match. Occasione fallita, nonostante i timori di Begu che gioca in modo timoroso. Troppo fallosa Lapko, e Begu esce riprendendosi il break. Altro break nel dodicesimo game, con Lapko che si rende conto di aver gettato via un’occasione d’oro.

Begu affronterà in semifinale Daria Kasatkina, che ha regolato in due set Aliaksandra Sasnovich, numero 100 del mondo. Primo set confusionario in cui ci sono tre break a quattro per Kasatkina, che tiene il servizio due volte e tanto le basta per portare a casa il set. Inutile dire che è stata una sagra dell’errore e un tennis non indimenticabile. E non inizia molto meglio il secondo set con Kasatkina che tiene una volta il servizio, poi sempre break fino al sesto game. Sasnovich serve male e lascia andare i colpi solo sul servizio avversario. A Kasatkina basta alzare un po’ il livello della prima palla per guadagnarsi Begu, ma il livello del servizio dovrà essere per forza superiore domani.

 

Vince facile in due set Julia Goerges, numero 7 del tabellone, contro Lesia Tsurenko, numero 50 del ranking, Inizia male Julia subendo un break nel primissimo gioco, ma si riprende subito con due break giocando meglio dell’avversaria che aspetta troppo da fondo. Nel primo game del secondo parziale battaglia su servizio Tsurenko: ci sono sei palle break per Goerges, che chiude alla settima e si porta a casa il break. Sussulto Tsurenko nel non game e break, con Goerges che abbassa un po’ il livello della prima palla. Ma è solo una pausa della tedesca, perché è subito break nel game successivo e Julia si conquista una meritata semifinale. 

Ora sul suo cammino Natalia Vikhlyantseva che batte in tre set (dopo 3 ore di gioco) Alize Cornet, numero 39 WTA. Parte male Cornet facendosi brekkare per prima nel quinto game, ma poi gioca meglio, sente meno la pressione e brekka due volte l’avversaria portando a casa il set. Scambio di break ad inizio secondo set e il pubblico di casa prova a trascinare Natalia, che conquista cinque occasioni di break sui servizi della francese, ma senza mai incidere. Ci pensa Cornet a farsi brekkare a zero nell’undicesimo game e a farsi raggiungere dalla giocatrice russa, si va al terzo. Scambio di break a inizio set, Cornet ha perso brillantezza e gioca troppo corto e si fa brekkare altre due volte dalla giocatrice russa per la gioia del pubblico moscovita.

Negli incontri di semifinale Begu è sotto per quattro incontri a uno contro Kasatkina, ultima vittoria rumena al Foro Italico nel 2016. Nessun precedente invece fra Goerges e Vikhlyantseva.

Risultati:

D. Kasatkina b. A. Sasnovich 6-4 6-3
I.C. Begu b. [Q] V. Lapko 6-3 4-6 7-5
[7] J. Goerges b. L. Tsurenko 6-3 6-4
N. Vikhlyantseva b. A. Cornet 4-6 7-5 6-3

CATEGORIE
TAG
Condividi