Murray è già in campo, obiettivo Glasgow (e 2018)

Il numero 1 di dodici mesi fa palleggia e prepara l'esibizione casalinga con Roger Federer. Le condizioni fisiche sembrano buone

Murray è già in campo, obiettivo Glasgow (e 2018)

Nelle ultime ore Andy Murray ha condiviso su Instagram un breve video, in cui lo si può vedere intento a palleggiare a buon ritmo in un campo al coperto. Sempre seguito da coach Jamie Delgado – e con Alex Ward a fargli da sparring partner – lo scozzese sta cercando di non perdere sensibilità di gioco, durante questa off season forzatamente prolungata dal problema all’anca che lo ha condizionato a Wimbledon, dove ha perso da Querrey in cinque set, e lo ha forzato a ritirarsi poco alla volta da tutti i tornei successivi. “Riesco ancora a colpire la pallina al centro” scherza nella didascalia del video, aggiungendo poi quanto gli manchi il circuito: “Non vedo l’ora di tornare sul campo di gioco a competere”.

http://www.instagram.com/p/Baj_2Q7FCm2/

 

In apparenza restio all’operarsi, Murray ha già annunciato che inizierà la stagione 2018 a Brisbane, abbandonando quindi Doha da finalista (sconfitto da Djokovic). Prima però c’è ancora da giocare il suo “Andy Murray Live”, l’esibizione casalinga del 7 novembre che porterà per la prima volta Roger Federer in Scozia. Oltre che l’incontro tra i due fab four l’evento prevede anche un doppio, con Andy in coppia con il fratello Jamie ad affrontare Tim Henman e il sempre divertente Mansour Bahrami. L’intero ricavato della vendita dei biglietti, la metà dei quali costa appena 25£, verrà devoluto in beneficenza all’Unicef (di cui Murray è ambasciatore) e a una charity scozzese.

CATEGORIE
TAG
Condividi