ATP Challenger: Vanni e Bolelli in corsa a Eckental

Cinque i tornei della settimana (Shenzhen 2, Charlottesville, Canberra 2, Guayaquil, Eckental). Pochi italiani presenti, già fuori Ghedin, Caruso e Cecchinato

ATP Challenger: Vanni e Bolelli in corsa a Eckental
Simone Bolelli (foto Jason Heidrich)

Shenzhen 2 (Cina. Hard, DecoTurf. $75000)

Un solo azzurro presente in Cina: Riccardo Ghedin. L’azzurro, dopo aver superato le qualificazioni, è stato fermato al primo turno dal canadese Peter Polansky (testa di serie numero 4). Tabellone allineato al secondo turno, due le teste di serie eliminate: la numero 8 Calvin Hemery e la numero 5 Thiago Monteiro (battuto dalla giovane promessa cinese Wu Yibing, reduce dalla sconfitta in finale nell’ITF Junior Masters). Nessun problema per i primi due favoriti del seeding, Mikhail Youzhny (1) e Blaz Kavcic (2). Negli ottavi di finale saranno opposti rispettivamente all’indiano Prajnesh Gunneswaran e al francese Stephane Robert.

 

Tabellone


Charlottesville (USA. Hard, DecoTurf. $75000)

Niente trasferta statunitense per i nostri rappresentanti, nessun azzurro presente né nelle qualificazioni, né nel main draw. Tabellone principale presidiato dai giocatori di casa: ben sei teste di serie su otto sono infatti americane: Sandgren (1), Escobedo (4), Fratangelo (5), Kozlov (6), Mmoh (7) e Paul (8). Gli unici “infiltrati” sono lo svizzero Laaksonen (2) e il britannico Norrie (3). Zero sorprese negli incontri di primo turno, con tutti i favoriti del seeding usciti vincitori dai rispettivi match.

Tabellone


Canberra 2 (Australia. Hard, Plexipave. $75000)

Se Charlottesville è un affare americano, Canberra è un affare australiano. 32 giocatori in tabellone, 21 australiani. Forfait last minute della prima testa di serie, Jordan Thompson, e della settima, John Millman. Tabellone presidiato nella parte bassa dal giapponese Taro Daniel, già qualificato per i quarti di finale dove sfiderà l’australiano Omar Jasika (testa di serie numero 8). Parte bassa del tabellone già orfana di due teste di serie, Mitchell Krueger (4) e Noah Rubin (6), eliminati al primo turno da Luke Saville e Sebastian Fanselow.

Tabellone


Guayaquil (Ecuador. Terra rossa. $50000)

Trasferta sul mattone tritato per Roberto Marcora e Marco Cecchinato. Il primo non è riuscito a superare le qualificazioni, mentre il secondo (testa di serie numero 4) è stato eliminato al primo turno dallo sloveno Blaz Rola, raccogliendo appena cinque giochi. Tabellone allineato al secondo turno con sei delle prime otto teste di serie ancora in gara: oltre a Cecchinato, fuori anche il terzo favorito del seeding, la spagnolo Carballes Baena. Avanti tutti gli altri: Estrella Burgos (1), Kicker (2), Berlocq (5), Elias (6), Gerald Melzer (7) e il giovane Casper Ruud (8).

Tabellone


Eckental (Germania. Carpet. $43000)

Erano tre gli azzurri impegnati nel tabellone principale del Challenger tedesco. Ne sono rimasti due: Luca Vanni e Simone Bolelli. Il terzo era Salvatore Caruso, sconfitto al primo turno dal giovane austriaco Sebastian Ofner (testa di serie numero 4). Luca Vanni ha invece superato in rimonta il bulgaro Uladzimir Ignatik e negli ottavi sfiderà per la prima volta in carriera il primo favorito del seeding Ruben Bemelmans. Simone Bolelli (che al primo turno ha battuto in due set il qualificato tedesco Robin Kern), se la vedrà con la testa di serie numero 2, il padrone di casa Maximilian Marterer. Hanno superato il turno Bublik (3), Hanfmann (4) e Brown (5). Primo turno da non perdere invece, fra Jerzy Janowicz (7) e la promessa canadese Felix Auger-Aliassime.

Tabellone

CATEGORIE
TAG
Condividi