Cotorro, medico Nadal: “Condizioni da valutare nei prossimi giorni”

"Il tendine del ginocchio è in sofferenza, ma dalla risonanza non è emerso niente di nuovo. Se tutto andrà bene, sarà a Londra"

Cotorro, medico Nadal: “Condizioni da valutare nei prossimi giorni”

Arrivano buone notizie per Rafa Nadal e per i tifosi in trepidante attesa del Masters di fine anno. Il suo medico, il dottor Angel Ruiz Cotorro, ha rilasciato un’intervista al quotidiano spagnolo “El Espanol”, affermando come lo stato del ginocchio non sia peggiorato rispetto ai mesi precedenti. Questo, chiaramente, non significa che il tendine sia in condizioni smaglianti o che non ci sia comunque un infortunio alla base dei problemi di Nadal. Cotorro aggiunge infatti che dalle risonanze è emerso come il tendine stia soffrendo, ma anche che dalle stesse risonanze non sono risultate complicanze o peggioramenti di alcun tipo. Cotorro sostiene che la situazione attuale di Rafa sia analoga a quella del tour asiatico e che lo stop di Parigi sia stato perlopiù preventivo, per assicurarsi che non fosse successo nulla di nuovo al ginocchio. “È stato un anno duro, con tante partite. Il tendine è in sofferenza, ma le immagini non ci hanno rivelato niente di diverso. La cosa più importante era fermarsi e verificare la situazione”. 

Rafa, che ha saltato tre delle ultime cinque edizioni delle Finals per infortunio, vedrà durante la prossima settimana lo stato del tendine e valuterà quindi se giocare a Londra. I risultati della risonanza però, hanno scongiurato il peggio e dato nuova linfa alle possibilità che il maiorchino sia presente alla O2 Arena. Se starà bene, giocherà. Se non starà bene, sarà costretto a rinunciare. Vedremo come si evolverà la situazione nei prossimi giorni, ha concluso Cotorro.

 

La presenza di Nadal farebbe anche tirare un sospiro di sollievo agli organizzatori delle Finals, che quest’anno hanno fatto parlare più per le assenze che non per il campo partenti. Del tabellone dell’anno scorso sono rimasti infatti solo Marin Cilic e Dominic Thiem. Fuori Murray, Djokovic, Wawrinka, Raonic, Nishikori e Monfils. Faranno il loro esordio alle Finals Grigor Dimitrov, Alexander Zverev e, perlomeno direttamente negli 8 e non come alternate, David Goffin. Sarà alla prima partecipazione anche l’ottavo qualificato, sia nel caso sia Carreno Busta, che in caso sia Sock.

CATEGORIE
TAG
Condividi