Federer e Murray scozzesi doc. A Glasgow vince il divertimento

L'esibizione a scopo benefico bissa il successo dello scorso anno. E Federer mette in mostra la sua Scottish version

Federer e Murray scozzesi doc. A Glasgow vince il divertimento

Venticinque dollari per vedere Roger Federer giocare un intero game in kilt, meglio ancora se per una buona causa. L’evento organizzato da Andy Murray nella Hydro Arena di Glasgow è andato alla grande: la vendita dei 13.000 tagliandi è durata meno di 48 ore. Bissato il successo dello scorso anno, quando a Londra si raggiunse rapidamente il sold out e il ricavato andò per una metà all’UNICEF (di cui entrambi sono ambasciatori) e per l’altra metà alla Sunny-sid3up, un’organizzazione no-profit scozzese con scopi benefici.

 

L’esibizione si è chiusa al supertiebreak, vinto da Federer per 10-6, ma a catalizzare l’attenzione è stata la versione scozzese del campione elvetico, che nell’incontro con la stampa ha mostrato una sua foto d’infanzia in cui indossava una maglia della nazionale scozzese di rugby e in campo ha vestito un kilt. Non ha voluto essere da meno Andy Murray, che si è concesso un paio di game con un copricapo scozzese munito di capelli e pon pon.

CATEGORIE
TAG
Condividi