Si separano le strade di Kevin Anderson e Neville Godwin

Dopo quattro anni di collaborazione il tennista sudafricano ha reso nota la decisione di separarsi dal coach: "Insieme abbiamo ottenuto risultati incredibili e spero vinca il premio di miglior allenatore dell'anno"

Si separano le strade di Kevin Anderson e Neville Godwin

Insieme hanno ottenuto risultati di notevole rilievo, ma dopo quattro anni di fruttuosa partnership Kevin Anderson e il tecnico Neville Godwin hanno scelto di imboccare vie diverse. “È stato un percorso intenso e magnifico, insieme abbiamo intrapreso un cammino difficile che mi ha permesso di raggiungere grandi obiettivi – ha dichiarato in un’elegante nota il tennista sudafricano, il quale ha tenuto a sottolineare come la scelta sia stata presa di comune accordo e si sia concretizzata in termini quantomai amichevoli – Abbiamo semplicemente entrambi scelto di guardare a nuove sfide e gli sarò grato per sempre in ragione di tutto ciò che ha fatto per me. Spero davvero che possa vincere il premio che spetta al miglior coach dell’anno, perché se lo meriterebbe davvero“.

Durante i quattro anni di lavoro comune Anderson ha vinto un titolo a Winston Salem nell’agosto del 2015, raggiunto la top 10 per l’unica volta in carriera nell’ottobre dello stesso anno e soprattutto giocato un’inaspettata finale Slam lo scorso settembre a New York, perdendo contro Rafa Nadal. In corsa – e per lunghi tratti nel gruppetto dei favoriti – per un posto alle Finals di Londra, l’attuale numero 14 ATP ha ceduto nei pressi del traguardo alla stanchezza figlia di una lunga stagione, racimolando quattro secondi turni e un KO all’esordio negli ultimi cinque tornei disputati.

 

Il tennista nato a Johannesburg non ha per il momento comunicato il nome del successore di Godwin.

CATEGORIE
TAG
Condividi