Sabato scorso “Nutriti di Emozioni” a Macerata

Grande successo della prima edizione di “Nutriti di Emozioni”, l’evento formativo-motivazionale a supporto del progetto “I Fuori Classe” che finanzia la pratica sportiva a bambini che vivono in condizioni economiche disagiate

Sabato scorso “Nutriti di Emozioni” a Macerata

Sabato scorso al Teatro “Don Bosco” di Macerata si è svolta la prima edizione di “Nutriti di Emozioni”, l’evento formativo-motivazionale a supporto del progetto “I Fuori Classe”, che finanzia l’attività sportiva a bambini tra i 6 ed i 13 anni che vivono in condizioni economiche disagiate. La manifestazione – della quale Ubitennis è stato uno dei media partner – aveva la doppia finalità di motivare i ragazzi a fare sport e raccogliere ulteriori fondi a supporto del progetto.

Il primo obiettivo è stato raggiunto, a giudicare dagli occhi lucidi del pubblico dopo aver ascoltato le storie di vita e di sport raccontate sul palco del teatro della città marchigiana. Ad alzare subito il livello di energia ed emozione è stato il bellissimo video emozionale d’apertura commentato dal Mental Coach Giammarco D’Orazio, che ha parlato dell’importanza di superare i limiti anche attraverso lo sport. Dell’importanza dello sport ha poi parlato la rappresentanza della Poderosa Montegranaro, squadra che milita in Serie A2 di pallacanestro, una delle perle sportive del marchigiano. A seguire il bellissimo video-messaggio che il grande campione di nuoto Massimiliano Rosolino, che non è potuto essere presente, ha voluto inviare a supporto dell’iniziativa. E’ stata poi la volta di Roberto Martini, ultramaratoneta e Runner Coach. Chi meglio di lui poteva parlare di motivazione, raccontare come “è facile fare questo perché amo farlo”, riferendosi ai 1.000 km corsi in 16 giorni lungo la via Francigena con una media di 65 km al giorno.

 

A salire sul palco è stato poi un personaggio che lo sport lo racconta bene e da tempo. Luca Corsolini, giornalista e docente di comunicazione sportiva, ha spiegato come lo sport sia da sempre terapeutico, di come è nato il progetto Special Olympics (l’associazione sportiva internazionale che organizza i Giochi Olimpici Speciali, la manifestazione multisportiva per atleti con disabilità intellettiva) e della crescita di tutto il movimento Paralimpico. Corsolini è poi rimasto sul palco per intervistare due glorie dello sport maceratese: Paolo Principi, ginnasta della nazionale italiana, e Caterina Meschini, campionessa italiana di nuoto paralimpico e candidata a partecipare alle Olimpiadi di Tokyo 2020. Una meravigliosa intervista tra semplicità, emozioni e motivazione che non poteva essere il miglior preludio per la parte artistica dell’evento.

È stato sempre il giornalista di Sky ad introdurre l’ospite principale della serata, Simona Atzori, ballerina e motivatrice, che ha danzato, dipinto e ispirato i presenti con leggerezza. Dopo lo spettacolo l’artista milanese è stata intervistata da Luca Corsolini ed ha raccontato la sua vita, con i momenti indimenticabili come la presenza alla cerimonia inaugurale delle Paralimpiadi 2006 di Torino, dei suoi libri e di come stimola i ragazzi ad andare oltre ai limiti.

Sono seguite le domande del pubblico a tutti i partecipanti e poi, al termine di due ore intense ed emozionanti, è calato il sipario sulla prima edizione di “Nutriti di Emozioni”. Questo il commento di Antonio Quaranta, ideatore del progetto: “Alla fine dell’evento sono andato a ringraziare speaker ed ospiti e mi sono ritrovato con loro che ringraziavano me per aver avuto l’opportunità di partecipare a questo evento. Dopo la sorpresa, ho capito che intorno a “I Fuori Classe” si era costruita una squadra. “Nutriti di Emozioni” voleva soprattutto ispirare e motivare attraverso la forza dello sport. Vedendo i tanti occhi lucidi in sala e le donazioni ricevute a sostegno dei bambini, sono sicuro che lo abbiamo fatto oltre ogni limite, proprio come il motto dell’evento”.

Al termine della manifestazione la conferma delle sue parole. Anche il secondo obiettivo è stato infatti raggiunto: con il ricavato dell’evento sono stati raccolti fondi per supportare l’attività sportiva di ben 18 bambini.

“Nutriti di Emozioni” si è concluso, ma ovviamente il progetto “I Fuori Classe” continua. Per chi fosse interessato a supportare l’iniziativa, ecco il link del sito: http://www.ifuoriclasse.it/supportaci/

CATEGORIE
TAG
Condividi