ATP Finals: a Dimitrov la non partita con Carreno

LONDRA - Appena due game per lo spagnolo, in un match dall'esito ininfluente. Dimitrov sale 4 del mondo e trova Sock in semifinale

ATP Finals: a Dimitrov la non partita con Carreno
Grigor Dimitrov - ATP Finals 2017 (foto Alberto Pezzali/Ubitennis)

Gruppo Sampras (3a giornata)

ATP Finals: Thiem non c’è, Goffin ringrazia e vola in semi

 

[6] G. Dimitrov b. [ALT] P. Carreno Busta 6-1 6-1 (dal nostro inviato a Londra)

Non c’era apparentemente nulla in palio, nel match tra Grigor Dimitrov e Pablo Carreno Busta, che chiudeva gli incontro di girone del gruppo Sampra, se non soldi e punti: il bulgaro era già qualificato come primo, mentre lo spagnolo, subentrato a Nadal, non aveva più nulla da chiedere. Dimitrov stravince sotto ogni aspetto, e porta a casa invece ben più di quanto non dicano i 191.000 dollari di gettone per il successo: con questa vittoria infatti, e i 600 punti totali ottenuti dal round robin, scavalca in un colpo solo Marin Cilic e Dominc Thiem nel ranking, issandosi al suo miglior piazzamento di numero 4.

Un’ora esatta di partita, mai in discussione né particolarmente avvincente: Dimitrov è centratissimo, non molla una palla e vola avanti di due break grazie ad un terrificante parziale di 14-2: Carreno fa quel che può, come dimostrano anche un paio di occasioni in cui si ritrova per terra pur di allungarsi alla ricerca della volée, ma non riesce ad arginare la brillantezza dell’avversario. Già nel secondo match con Goffin, Grigor aveva lasciato appena due giochi per strada.

Il pubblico saluta con un boato ciascuno dei due giochi vinti da Carreno, riempiendo con una divertente ola il tempo morto causato da un medical time out che l’asturiano richiede nel secondo set. Palese però la simpatia che la folla londinese prova per Dimitrov, secondo per tifo forse soltanto a Roger Federer, così come l’abbondanza di alcool che rallegra le voci sugli spalti e nelle tribunette riservate agli sponsor. Il prezzo dei biglietti per la sessione serale oscillava tra 24 e 70 sterline, per uno spettacolo che, doppio escluso, non ha superato i sessanta minuti.

Dimitrov prosegue quindi la sua corsa imbattuto, potenzialmente ancora in gara per vincere il torneo senza perdere un match e intascare il mostruoso assegno da due milioni e mezzo in palio per il vincitore immacolato: in semifinale lo attende la sorpresa Sock, con all’orizzonte un confronto che si preannuncerebbe ad altissimi contenuti contro Roger Federer. Domani alle 20 il suo match, ma lo statunitense avrà di che difendersi.


Il programma di oggi

Gruppo Sampras

Gruppo Becker

Tutto quello che c’è da sapere sulle ATP Finals 2017

CATEGORIE
TAG
Condividi