Quanta Club, un’oasi di sport a Milano focalizzata sull’agonismo

Il Quanta Club è una delle realtà sportive più nuove e importanti di Milano. Il tennis e l'agonismo di alto livello sono diventati il cuore delle sue attività, come ci ha raccontato la responsabile dell'area Manuela Zoni

Quanta Club, un’oasi di sport a Milano focalizzata sull’agonismo
Quanta Club - Panoramica aerea

CIRCOLI IN VISTA: la voce dei Circoli su Ubitennis

CT Vicenza, dove si vive e respira la vera “aria da club”
TC Faenza, il sogno in A1 continua
Virtus Tennis Bologna, quasi 100 anni di storia con un occhio al futuro
TC Pistoia: terza presenza in Serie A1 col sorriso e la voglia di far bene
Due Ponti Sporting Club, polisportiva all’avanguardia protagonista in A1
Next Gen ATP Finals: Sporting Milano 3, teatro del sogno
TC Genova 1893: avanti sui giovani, a piccoli passi
TC Palermo 2: esordio in Serie A1 puntando sui giovani
CT Maglie, entusiasmo e spirito di squadra per competere in A1
TC Schio: in Serie A1 con attenzione ai giovani e voglia d’agonismo
CT Palermo: in Serie A1 puntando sui talenti siciliani
C.T.D. Massa Lombarda: passione romagnola e sogni di grande tennis
TC Sinalunga al terzo anno in A1, un “miracolo” di buona gestione
L’Ata Battisti torna in Serie A1: obiettivo salvezza e giovani
TC Marfisa: un gioiello nel cuore di Ferrara
Circolo della Stampa Sporting Torino, molto più che un Club
Circolo Tennis Gaeta: con Galimberti per pensare in grande
Junior Tennis Club Perugia: c’è aria di Fed Cup
TC Prato: dove Federer e gli altri hanno cominciato
CT Francavilla al Mare: si scaldano i motori in attesa del Challenger
Tennis Club Bisenzio: nel cuore della città
CT Ceriano: intervista al presidente Rocco Severino
TC Sinalunga: la favola continua
Serie A1: AVIVA al fianco del Tennis Park Genova con Fabio Fognini
Associazione Motonautica Pavia: nel cuore della città
Associazione Motonautica Pavia: quando i sogni diventano realtà
La favola del TC Sinalunga

 

Sig. Manuela, da alcuni anni è responsabile tennis del Quanta Club, ma vanta un passato tennistico importante a livello nazionale ed internazionale, e grandi risultati a livello giovanile.
Beh, parliamo di un passato molto lontano..! Ho giocato bene soprattutto a livello giovanile, con la vittoria all’Avvenire, ai Campionati Europei e la finale al Roland Garros junior. A livello Pro sono stata convocata per cinque anni in Fed Cup, disputando varie partite, ed ho vinto i campionati italiani assoluti indoor nel ’76. Terminata la fase agonistica, ho iniziato a lavorare nei club partendo dall’Ambrosiano; quindi per otto anni sono stata al TC Milano Bonacossa, fino all’approdo al Quanta Club dodici anni fa.

Il Quanta Club è una delle strutture sportive più grandi, moderne e belle di Milano. Può raccontarci qualche dettaglio della sua storia?
Il Quanta Club nasce nel 1998, grazie all’acquisizione da parte della famiglia Quintavalle dell’area occupata dal dopolavoro della Montedison. La struttura allora era composta da 10 campi da tennis ed altri impianti, tra cui un campo da calcio che prima dell’apertura di Milanello era utilizzato frequentemente anche dal Milan di Nereo Rocco. L’avvento della Famiglia Quintavalle portò ad una importante opera di bonifica, ristrutturazione e ampliamento, con la trasformazione nell’attuale Quanta Club. Negli anni sono stati introdotti impianti per molti sport, la nuova palazzina direzionale, altri campi da tennis tra cui il centrale con tribuna da 800 posti. Infatti, in controtendenza rispetto a tanti club che si sono un po’ allontanati passando al calcetto, il Quanta si è sempre più spostato verso il tennis. Abbiamo attualmente 16 campi (10 in terra e 6 in Play it), tutti coperti d’inverno eccetto il centrale dotato di tribune.

Quanta Club – Campo centrale

La sezione Tennis del Quanta è molto votata all’agonismo: avete un team di maestri molto qualificato ed anche la Academy per coloro che sono impegnati nel tennis Pro.
Sì, negli anni oltre a crescere notevolmente come numero di giocatori, a tutti i livelli (ragazzi, agonistica, adulti, ecc), siamo migliorati moltissimo anche come qualità dello staff e dell’insegnamento. Negli ultimi anni si sono aggiunti al nostro team anche Maurizio Riva e Barbara Rossi, due personaggi di spicco del panorama nazionale. Barbara Rossi è stata mia compagna negli anni dell’agonismo, proseguendo quindi una carriera brillante sia come tennista che come coach. Quasi tutte le più forti tenniste azzurre sono passate da lei, penso a Pennetta, Schiavone… ed oggi è anche apprezzata commentatrice su Eurosport. Maurizio Riva ha cresciuto giovani importanti, come Giorgio Galimberti, finalista al torneo Bonfiglio e giocatore di Coppa Davis. Da due anni abbiamo una Accademia che affianca la nostra agonistica, con una decina di ragazzi (Federico Arnaboldi fino a luglio si allenava nella nostra accademia). I ragazzi dell’Accademia, tra cui Milena Jevtovic, sono tutti buoni seconda categoria e si allenano col programma full time. Poi abbiamo una bella squadra agonistica, con molti giovani competitivi a livello regionale, fino al tennis di base con i corsi tennis, la pre-agonistica, ecc. La mia personale ambizione è stata quella di proporre un tennis a 360°, far lavorare bene il circolo in tutti i settori, “riempire i campi” visto che ne abbiamo tanti, pensando al tennis per tutti: dai soci e dalla base a chi invece inizia e continua un percorso agonistico più importante ed ambizioso. Cerchiamo di soddisfare le esigenze degli allievi ma anche dei soci. Nei momenti di pausa gli allievi dell’Academy e i soci possono rilassarsi in Club House, un ambiente appositamente pensato per loro. Qui possono usufruire di strutture esclusive oltre a poter seguire le partite di tennis sul grande schermo.

Quali sono i numeri della vostra scuola?
La scuola base è composta da 200 ragazzi, la agonistica da circa 80 allievi, e lavoriamo molto bene anche nei corsi per adulti, con circa 120 iscritti, un numero interessante. Lavoriamo per crescere ancora, soprattutto per incrementare la base dei ragazzi.

Quanta Club – Campi coperti

A livello di attività invece, su cosa puntate particolarmente?
Per noi è molto importante l’attività sui tornei. Come Scuola SAT organizziamo tornei rivolti ai bambini e agli adulti (torneo di Natale, Carnevale, Pasqua e fine stagione sportiva). Per gli agonisti puntiamo sui rodei, principalmente rivolti alle categorie più giovani (under 8-10-12-14-16). È molto importante l’attenzione che dedichiamo anche ai nostri Soci, per loro organizziamo clinic specialistici, ovvero esclusivi stage intensivi con i maestri del Club, oltre a coinvolgerli in tornei esclusivi durante tutto l’anno. Un ruolo importante hanno poi i giocatori amatoriali, a loro sono riservate alcune le tappe dei TPRA, tornei amatoriali che si svolgono sui nostri campi. Una menzione speciale va poi al torneo BNL, da anni la Federazione ci ha assegnato di svolgere le prequalificazioni al foro italico di Roma, il torneo BNL che si svolge sui nostri campi è diventato negli anni la tappa con i numeri più alti in Italia. Infine iscriviamo anche molte squadre ai campionati nelle varie categorie.

Parlando proprio di squadre, qualcuna in particolare che vuole segnalarci?
In questo momento l’attività agonistica è in crescita e le squadre stanno scalando le varie categorie: abbiamo sposato la filosofia di schierare solo i nostri ragazzi. Siamo in serie C, ma con solo ragazzi del Quanta, nati e cresciuti qua, non abbiamo giocatori che vengono da fuori per le competizioni. Questa è la filosofia della proprietà, in tutti gli sport in cui il club è impegnato. Il Quanta per esempio è molto forte nell’Hockey in line, siamo pluricampioni italiani da sette anni, sempre con la stessa filosofia dei giocatori cresciuti nel club. Le nostre ragazze sono state sfortunate negli ultimi anni, abbiamo disputato più spareggi per salire in serie B, mancando di un soffio la promozione. Ambizione di crescere? Certamente, lavoriamo per crescere il livello delle varie squadre, è un nostro obiettivo.

Quanta Club – Manuela Zoni, Responsabile area tennis

Qualche altra attività o iniziativa che portate avanti con impegno?
Siamo specializzati nei camp estivi, sia multi sport che specialistici, e sono molto frequentati. Grazie ai nostri spazi così ampi ed alle strutture ricche e moderne, possiamo organizzare dei corsi interessanti, che ottengono anno dopo anno un grande successo, anche specializzati nel tennis. Nel periodo estivo diventa la nostra attività principe. Offriamo piscina, beach volley, calcio… sport e gioco da mattina a sera, con i ragazzi sempre impegnati e che passano belle giornate in compagnia.

Marco Mazzoni

CATEGORIE
TAG
Condividi