Donna Vekic si affida a Torben Beltz

Dopo un anno e mezzo ricco di soddisfazioni insieme a Horvat la numero 54 WTA sceglie l'ex coach di Kerber: "Ho appena concluso la mia migliore stagione e con Torben voglio compiere il definitivo salto di qualità"

Donna Vekic si affida a Torben Beltz

Si sistema un altro pezzo nel grande puzzle degli allenatori in vista della prossima stagione WTA. Torben Beltz – sostituito nel box di Angie Kerber al termine di un’annata disastrosa da Wim Fissette, a sua volta mollato da Konta la quale, nel frattempo, sembra aver provveduto a sfilare Joyce a Victoria Azarenkaè il nuovo coach di Donna Vekic. Il 2018 è alle porte e non vedo l’ora di iniziare a lavorare con Torben – ha fatto sapere la ventunenne di Osijek, apparsa entusiasta della scelta -, il 2017 è stato il miglior anno della mia carriera e sono pronta a fare un ulteriore salto di qualità. Per questo ho scelto Beltz, uno dei tecnici più preparati in circolazione“.

Il compito richiesto allo storico allenatore di Kerber è in effetti discretamente impegnativo, visti i notevoli risultati ottenuti da Vekic nel corso della collaborazione, durata un anno e mezzo e interrottasi un paio di settimane fa, con Nikola “Nick” Horvat. Dopo un promettentissimo avvio di carriera, condito da due precoci finali a Tashkent nel 2012 e a Birmingham l’anno seguente e soprattutto dal titolo conquistato a Kuala Lumpur nel 2014, Donna aveva conosciuto qualche annata grama che profumava di promessa mancata, prima di ritrovare la strada maestra grazie alla guida del connazionale mentore. Durante la partnership con Horvat, la “signorina Wawrinkaè tornata tra le prime cento della classifica dopo lunga assenza, vinto il secondo trofeo a Nottingham al termine di una finale-thrilling con Johanna Konta e fatto irruzione per la prima volta in carriera nella top 50 WTA.

 

Attualmente collocata alla posizione numero cinquantaquattro del ranking, Vekic ha il talento per aspirare anche a qualcosa di meglio, ma urge a tale scopo estendere alla restante parte della stagione le magnifiche prestazioni messe in mostra la scorsa estate sui prati. Il dovere di Beltz risiederà dunque innanzitutto nel conferire alla propria allieva maggiore sicurezza e continuità, e il coach di Itzehoe sembra non veda l’ora di iniziare a lavorare: “Sono felice di poter collaborare con Donna, ha un grande potenziale inesplorato e sono convinto che insieme otterremo grandi risultati“.

CATEGORIE
TAG
Condividi