Scomparso Nikola Spear, primo top 100 serbo. E primo triplo bagel Slam

Nikola Spear fu solo n. 78 al mondo, ma il suo nome è nella storia del tennis: è infatti il primo dei cinque giocatori che hanno vinto con un triplo 6-0 in uno Slam (Era Open)

Scomparso Nikola Spear, primo top 100 serbo. E primo triplo bagel Slam
Nikola Spear (www.kurir.rs)

Il tennis serbo piange la scomparsa di Nikola “Nikki” Spear, spentosi all’età di 73 anni a Subotica, sua città natale. Il nome di Spear non è famoso a livello mondiale, ma ben noto agli appassionati serbi e di quelli dei paesi dell’ex Jugoslavia con qualche anno in più. Spear è stato infatti il primo giocatore jugoslavo proveniente dalla Serbia ad entrare tra i primi 100 della classifica mondiale. Il suo best ranking lo ha raggiunto nel 1977, n. 78 ATP.

Nel circuito professionistico i suoi migliori risultati sono le tre semifinali raggiunte a Houston (1970), Madrid (1975) e Zurigo (1977), mentre in altre sei occasioni si è spinto fino ai quarti di finale. Nei tornei del Grande Slam il suo miglior risultato sono gli ottavi di finale a Parigi nel 1966 e nel 1967.

 

Ma è lo Slam parigino del 1968, quello che inaugurò l’Era Open del tennis, che ha consentito a Spear di entrare nella storia del tennis. In quella edizione il tennista jugoslavo batté infatti al primo turno il francese Daniel Contet senza lasciargli nemmeno un game in tre set: il primo triplo bagel dell’Era Open a livello Slam. Impresa non facile, se pensiamo che dopo di lui ci sono riusciti solo in quattro: nel 1987 Karel Novacek a Parigi (contro Bengoechea), Stefan Edberg a Wimbledon (contro Eriksson) e Ivan Lendl a New York (contro Moir) e nel 1993 sempre a Parigi Sergi Bruguera (contro Thierry Champion). L’ultimo ad esserci andato vicino è stato un diciannovenne Andy Murray, che nel 2007 a Melbourne era in vantaggio 6-0 6-0 5-0 contro Alberto Martin, prima di farsi sfuggire un game e non riuscire così ad essere il primo a realizzare il triplo bagel agli Australian Open.

Ma Nikki Spear è ricordato dagli appassionati di tennis dell’ex Jugoslavia anche per un’altra impresa. Nella sfida di semifinale della Zona Europea B della Coppa Davis 1970, fu protagonista  insieme a Zeljko Franulovic della vittoria della Jugoslavia sulla Romania di Nastase e Tiriac sulla terra rossa di Maribor. L’allora 26enne tennista di Subotica riuscì clamorosamente a battere in tre set il n. 1 avversario Ilie Nastase, che proprio in quella stagione aveva fatto il suo ingresso tra i top player, tanto che poche settimane prima gli era stata assegnata la testa di serie n. 1 agli Open di Francia. Fu l’insperato punto del due pari. Tocco poi a Franulovic, fresco finalista a Parigi, a portare il punto della vittoria, rimontando due set a Tiriac nel match decisivo.

CATEGORIE
TAG
Condividi