Australian Open 2018: la entry list maschile

Apre Rafael Nadal, chiude il cileno Nicolás Jarry. Nole 12esima tds ma rischia di scivolare. Quattro gli italiani nel tabellone principale

Australian Open 2018: la entry list maschile

Sei settimane all’inizio dell’Australian Open 2018. A far suonare la “campanella” è la diramazione delle entry list, che scandisce il primo passo ufficiale nell’avvicinamento allo Slam boreale. È il ranking di lunedì 4 dicembre, ormai cristallizzato dopo il termine delle ostilità stagionali, a decretare i 104 giocatori che hanno accesso di diritto al tabellone principale. Il cut-off è la posizione 100 del ranking ATP, considerata la presenza di quattro giocatori – Haider-Maurer, Nishioka, Millman e Berankis – che hanno richiesto (e ottenuto) il beneficio del ranking protetto. Il giapponese Nishioka dovrebbe fare il suo ritorno in campo a Melbourne dopo il lungo stop per la lesione al legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro: è fermo dalla sconfitta di marzo contro Sock a Indian Wells.

Guida il seeding Rafa Nadal, per la quarta volta in carriera: logica conseguenza della quarta stagione conclusa in vetta al ranking. In due occasioni (2009 e 2014) ha raggiunto la finale da prima testa di serie, vincendo la prima contro Federer e perdendo la seconda contro Wawrinka. Seguono Federer e Dimitrov, Sock chiude il primo gruppo di favoriti secondo il seeding. Zverev unico NextGen tra i primi 32, per Shapovalov e Tsitsipas sarà il primo Slam senza le paturnie delle qualificazioni.

 

Le teste di serie sono provvisorie, poiché sarà il ranking di lunedì 8 gennaio – influenzato dai risultati di Doha, Pune e Brisbane ma non da quelli di Auckland e Sydney – a stabilire l’ordine dei primi 32 giocatori. Probabilmente per l’ultima volta, dato che dal 2019 si prevede il ritorno alle 16 teste di serie. Al momento sarebbe Cuevas a raccattare la 32esima ma in appena 60 punti figurano altri cinque giocatori pronti a sottrargliela. Tutti i ‘lungodegenti’ sono fuori dai primi 8: Wawrinka (9), Djokovic (12), Murray (16), Nishikori (22) e Raonic (24). Djokovic difende i 250 punti di Doha dunque potrà soltanto mantenere (o peggiorare) il suo posizionamento, Wawrinka ha appena 15 punti di ritardo da Sock ma non si è iscritto ad alcun torneo di preparazione. La 16esima piazza di Murray sarebbe a rischio, ma i due primi inseguitori – Isner e Pouille – dovrebbero cominciare la stagione direttamente a Melbourne. Probabile pericolo scampato per lo scozzese che a Brisbane dovrà tamponare i 150 punti in uscita della finale a Doha.

ITALIANI

Sono quattro nel tabellone principale: Fognini – che sarà anche testa di serie – Lorenzi, Fabbiano e Seppi. Tra due settimane si conosceranno anche le liste per il torneo di qualificazione, che al solito sarà ben frequentato dagli italiani. Il primo degli esclusi è Marco Cecchinato, 12esimo nella lista degli alternates: quasi impossibili 12 forfait nel primo Slam stagionale, gli toccherà giocare le quali. Assieme a lui certamente Travaglia, Berrettini, Giannessi e Bolelli, ma anche Caruso, Napolitano e Sonego. Più in bilico Arnaboldi (235°) e Vanni (239°), che in base al cut-off dell’ultima edizione dovrebbero comunque riuscire a rientrare. Gaio, Giustino e Donati invece, con ogni probabilità, dovranno sperare in qualche defezione.

L’entry list del torneo di qualificazione verrà diramata lunedì 18 dicembre. Il torneo cadetto decreterà l’ingresso di altri 16 giocatori nel main draw.

WILD CARD

Gli ultimi 8 giocatori entreranno in tabellone grazie a un invito. Già definiti i primi tre, rimangono dunque cinque posti disponibili ma soltanto tre sono a discrezione della federazione australiana.

  • Thanasi Kokkinakis (AUS) – invito federazione australiana
  • da assegnare – invito federazione australiana
  • da assegnare – invito federazione australiana
  • da assegnare – invito federazione australiana
  • Tim Smyczek (USA) – wild card USTA
  • Soonwoo Kwon (KOR) – Asia-Pacific Wildcard Playoff
  • da assegnare – riservata alla federazione francese
  • da assegnare – Australian Wildcard Playoff

 

CATEGORIE
TAG
Condividi