Serena vs Martina vs Steffi: chi è la migliore?

Due anni fa gli opinionisti di punta di ESPN, incluso John McEnroe, hanno messo a confronto tre delle giocatrici più vincenti di sempre. Cosa è cambiato?

Serena vs Martina vs Steffi: chi è la migliore?

Immaginare delle sfide tra tennisti del passato e del presente è un esercizio intrigante e divertente per qualunque appassionato di questo sport. Chi vincerebbe? Chi ha i migliori colpi? Chi si muove meglio? Chi è più solido mentalmente? Si adatterebbe il giocatore di una volta al tennis rapido, potente e pieno di effetti di oggi? Oppure il giocatore di oggi come si destreggerebbe con attrezzi meno avanzati? Alla vigilia degli US Open di due anni fa, la nota emittente sportiva ESPN ha chiesto a quattro grandi esperti di tennis, ovvero il 7 volte campione Slam John McEnroe, il finalista degli US Open 1965 ed ex n.13 al mondo Cliff Drysdale, la 21 volte vincitrice Major in doppio Pam Shriver e il giornalista Jon Wertheim di mettere a confronto Serena Williams con altre due icone del tennis femminile del passato: Martina Navratilova e Steffi Graf. Tanto per dare l’idea della grandezza di queste tre atlete Navratilova detiene il record per maggior numero di titoli vinti in carriera in singolare (167), Graf quello per il numero di settimane in vetta alla classifica mondiale (377) ed è stata l’ultima in grado di completare il grande Slam (nel 1988), Serena condivide on la Graf quello delle settimane consecutive da n.1 (186) ed è quella delle tre che ha vinto più titoli Slam in singolare (23, uno in più della Graf e uno in meno di della primatista Maragert Court).

Serena vs Martina

McEnroe: Il gioco è cambiato. Io e Martina eravamo della vecchia scuola. Rispetto ad oggi sembra che giocavamo in slow motion. Ma entrambi pensiamo che potremmo cavarcela abbastanza bene se avessimo avuto a disposizione il materiale e tutto il resto che hanno a disposizione oggi. I giocatori nel circuito oggi hanno movimenti molto più ampi. Con le racchette di una volta non si poteva colpire così forte. Quindi penso che il servizio di Martina sarebbe più potente di quello che era. Nel suo momento migliore, era rapidissima nell’andare a rete quindi pensare che non lo farebbe oggi contro Serena sarebbe ridicolo. Ma probabilmente dovrebbe scegliere di più la situazione giusta.

 

Drysdale: Sono entrambe atlete eccellenti. In questa maniera si sta mettendo a paragone il gioco di una volta con quello di oggi. Oggi avremmo un tipo diverso di Martina in campo. Ma se proviamo a compararle come giocatrici al loro meglio darei un grande vantaggio a Serena. Martina proverebbe a fare serve and volley ma avrebbe scarso successo perché la risposta al servizio di Serena è troppo potente. L’unico colpo in cui Martina sarebbe migliore è la volée. Il problema per Martina è che Serena non ci deve nemmeno andare a rete e quando ci va è perché ha già vinto il punto.

Shriver (che con Navratilova ha vinto tutti i suoi Slam in doppio formando una delle coppie più forti di ogni epoca): Se avessero lo stesso tipo di materiale, le stesse capacità di generare potenza, tutto questo ridurrebbe il gap tra Navratilova e la Serena di oggi. Nonostante ciò prenderei ancora Serena perché penso che possa raggiungere un più alto livello grazie al suo servizio e alla sua maggior potenza. Ma se si prende per esempio una serie di 10, 20 o 50 match, allora prenderei Navratilova o Graf perché sono più consistenti. Il servizio di Martina migliorerebbe molto con le tecnologie di oggi. All’epoca il suo servizio era costruito per fare serve and volley e serviva a portarla a rete più rapidamente possibile. Inoltre il fatto si essere mancina la aiutava a mandare fuori dal campo le sue avversarie. Non ha mia cercato durante la sua carriera di tirare più forte che poteva a contrario di Serena, e in un certo senso anche di Graf. Considerata la forza di Martina, penso che si potrebbe adattare bene.

Wertheim: È divertente questo gioco ma il problema è che di solito si tende a sminuire questi grandi giocatori. Si finisce sempre a parlare di superfici e di tecnologie. Escludendo questi fattori, Serena è l’atleta migliore. Certamente la più potente. In parte è merito della tecnologia ma non penso che il serve and volley di Martina sarebbe efficace contro Serena. Possiamo discutere se con un’altra racchetta o delle altre corde cambierebbero le dinamiche. Ma non penso che Martina potrebbe entrare in campo se Serena colpisse sul suo rovescio e servisse bene abbastanza da dominare lo scambio. E lo sa fare molto bene.

Serena versus Steffi

Nota: questa sfida è veramente andata in scena un paio di volte all’inizio del 1999 quando Serena aveva diciotto anni e Steffi trenta. A Sydney vinse in tre set la Graff ma la Williams si prese la rivincita ad Indian Wells.

McEnroe: In termini di atletismo Steffi e Serena sono le migliori di sempre, con Venus subito dietro. Quindi sarebbe fantastico poterle vedere una contro l’altra. Mi sono allenato con Steffi molto di più di quanto mi sia allenato contro Serena ed era davvero intenso. E si muoveva benissimo. Sarebbe uno scontro fantastico. Dipende dalla superficie anche. Più è veloce, più Serena è favorita. E Steffi con il suo rovescio in slice sarebbe più a suo agio sulle superfici più lente. Il suo dritto era potente come quello di Serena. In questa epoca, se guardi ad alcune delle giocatrici con le quali Serena ha avuto grandi rivalità, come Justine Henin, penso che Steffi si sarebbe adattata e avrebbe usato il top spin più spesso.

Drysdale: Steffi-Serena è una storia diversa da Serena-Martina perché Steffi era molto forte da fondo. Grande atleta, servizio eccellente. Ma non come Serena e questo sarebbe il suo tallone d’Achille. Il gioco a tutto campo di Serena e i suoi colpi da fondo sono migliorati. Non ha nulla da invidiare a quelli della Graf. Sono sullo stesso piano. Non penso che lo slice di rovescio della Graf possa funzionare contro Serena. Sarebbe capace di controllarlo e usare il suo rovescio a due mani per colpire lungolinea.

Shriver: Non sono per nulla d’accordo con Cliff sul fatto che i colpi da fondo campo di Steffi e Serena siano uguali. Per me il dritto di Graf intimidiva tutte le avversarie all’epoca e le lo usava sempre per cercare il vincente. Quando Steffi era al suo meglio il suo dritto era il migliori colpo del circuito e la stessa cosa si potrebbe dire oggi del servizio di Serena. L’unico dubbio su Serena è che non ha mantenuto lo stesso livello di dominio per lo stesso tempo di Navratilova e Graf. E c’è anche molto dibattito riguardo alla qualità delle avversarie affrontate dalle tre. Tutte e tre hanno raggiunto dei risultati eccezionali. Ma ancora direi che Serena al suo meglio potrebbe raggiungere un livello superiore alle altre due nel match singolo.

Andando poi a vedere i singoli colpi questo sarebbe il risultato:

Miglior servizio: Serena

Steffi non aveva un servizio dirompente e Martina non cercava la velocità per poter andare a rete. Entrambe beneficerebbero delle nuove racchette. Ma il servizio di Serena è la miglior arma di sempre nel tennis femminile.

Miglior volée: Martina

Steffi andava a rete solo quando era forzata e Serena ha migliorato molto le sue abilità. Ma Martina aveva anticipo, grande manualità e atletismo.

Miglior dritto: Steffi

Il dritto di Martina era buono e quello di Serena è sensazionale ma Graf fu ribattezzata da Bud Collins “fraulein forehand” non per caso.

Miglior rovescio: Serena

Martina e Steffi facevano un uso stravagante del rovescio slice. Ma Williams le batte tutte con quello bimane, con il quale è in grado di distruggere la palla.

Miglior atleta: Serena

Martina aveva una grande agilità e Steffi probabilmente vincerebbe una gara di maratona tra le tre ma era una giocatrice da fondo. La capacità di Serena di coprire tutto il campo è superiore.

Miglior tenuta mentale: Steffi

Tutte e tre hanno saputo tirare fuori la loro classe quando necessario ma Serena e Martina erano più volatili dal punto di vista emotivo. Steffi raramente si è battuta da sola.

E voi siete d’accordo? Chi è la migliore: Martina, Steffi o Serena? 

CATEGORIE
TAG
Condividi