Belinda Bencic è inarrestabile: terzo trionfo consecutivo

La svizzera vince a Dubai la quindicesima partita e il terzo torneo di fila nel circuito ITF. Domani sarà n.74 WTA. Prossima tappa l’Hopman Cup con Roger Federer, a Melbourne sarà mina vagante

Belinda Bencic è inarrestabile: terzo trionfo consecutivo
Belinda Bencic e Ajla Tomljanovic durante la premiazione dell'ITF di Dubai. Via Twitter (@FanOfBencic)

L’avevamo lasciata esattamente un mese fa a Taipei, al secondo trionfo consecutivo nel mini-circuito $125k dopo il trofeo sollevato in Thailandia a Hua Hin. La ritroviamo a Dubai, ancora vincitrice, ancora una volta senza perdere un set, questa volta di un ITF da $100k. Belinda Bencic, la ventenne svizzera ex numero 7 del mondo nel 2016, vince il quarto titolo stagionale e continua decisa la rapida risalita della classifica WTA; a Dubai Bencic ha sconfitto Diatchenko, Martincova, Buzarnescu, la nostra Errani, e Alja Tomljianovic in finale. L’attuale compagna di Nick Kyrgios si è ritirata alla fine del primo set, perso per 6-4, per un fastidio alla coscia sinistra. 

Sicuramente non è il modo in cui volevo vincere. Sono molto dispiaciuta per Ajla e spero che non le sia accaduto nulla di grave, che il ritiro fosse solo precauzionale. Finire l’anno con un titolo è un gran risultato, è la prima volta che ci riesco ed è una bella sensazione. Sto giocando molto bene e sono felice di questo“. Così Belinda ha commentato la sua vittoria durante la cerimonia di premiazione.

 

Bencic, che dalla prossima settimana salirà alla posizione 74, ha seguito un percorso di risalita intelligente, senza forzare i ritmi (è al settimo torneo da settembre) e senza ributtarsi immediatamente nel circuito WTA (unica comparsa all’International di Linz, dove ha raggiunto i quarti). Quando aveva ripreso a San Pietroburgo, dopo l’intervento al polso di fine aprile, era ripartita dal numero 312, e da un parziale di 4 vittorie e 9 sconfitte nei primi quattro mesi dell’anno. Negli ultimi quattro mesi dell’anno il bilancio è di 28 vittorie e 3 sconfitte.

Certo, delle 28 vittorie solo due sono arrivate nel circuito maggiore e solo cinque contro delle top 100. La strategia era però proprio quella di riacquistare il ritmo partita e riprendere la fiducia persa tra la fine dell’anno passato e l’inizio di questo, quando nel giro di nove mesi era passata dal numero 7 al 130. E il successo non era per nulla scontato. Sara Errani aveva in mente la stessa idea per il suo rientro che, per quanto l’abbia riportata intorno alla 130esima posizione, non è stato purtroppo così travolgente.

Bencic rientrerà in campo ad inizio anno per la Hopman Cup a Perth, dove farà coppia con Roger Federer. Nel 2018 la svizzera tornerà con ogni probabilità a concentrarsi esclusivamente sul circuito WTA, che più compete al suo livello, e fino a settembre avrà da difendere appena 70 punti: non solo la risalita è ufficialmente cominciata, ma c’è da scommettere che a Melbourne nessuna tennista esulterà nel vedersi abbinata a lei dal sorteggio. 

CATEGORIE
TAG
Condividi