Federer atleta dell’anno per la Gazzetta dello Sport, battuto Nadal

Il clamoroso 2017 di Roger Federer premiato anche dalla redazione della Gazzetta dello Sport. È la quarta volta per lo svizzero. Preceduti Lewis Hamilton e Cristiano Ronaldo

Federer atleta dell’anno per la Gazzetta dello Sport, battuto Nadal

Nell’attesa di imparare a destreggiarsi con spaghetti e padelle al pari di racchetta e palline con i saggi consigli di “coach” Davide Oldani, Roger Federer continua a fare incetta di premi per il suo straordinario 2017. Alla “povera” Mirka toccherà trovare allora un altro po’ di spazio in bacheca, come se non bastassero gli infiniti trofei accumulati in carriera dal suo illustre marito.

Dopo il “triplete” agli Awards della ATP (Fan’s favourite, Sportsmanship e Comeback player of the year) la Gazzetta dello Sport, nel consueto referendum di fine anno trai suoi giornalisti, ha premiato lo svizzero come “sportivo dell’anno”, davanti al campione del mondo di Formula 1 Lewis Hamilton e al Pallone d’Oro Cristiano Ronaldo. I giurati del quotidiano rosa hanno invece “snobbato” l’altrettanto clamorosa stagione di Rafa Nadal, che non compare nemmeno trai primi cinque (quarto è il fenomeno dello sci alpino Marcel Hircscher, quinto il ciclista Peter Sagan) e dunque risulta battuto dal suo storico rivale per la… quinta volta in stagione!

 

È la quarta volta che Roger si aggiudica questo premio, dopo la tripletta delle strepitose annate 2005-2006-2007. Federer è l’unico svizzero (la sciatrice Schneider vinse tra le donne nel 1989) nonché solo il secondo tennista a figurare nel prestigioso albo d’oro del premio ideato nel lontano 1978, assieme al suo idolo di infanzia ed ex allenatore Stefan Edberg, trionfatore nella stagione d’oro 1990. Tramite un video girato sulla terrazza del suo albergo a Perth, Roger ha ringraziato la Gazzetta per il riconoscimento ricevuto: “Voglio ringraziare tutti quelli che, all’interno della vostra redazione in Italia, hanno votato per me e mi hanno scelto come ‘Sportivo dell’anno’. È successo qualcosa di veramente speciale nel 2017. Penso che sia stata la migliore stagione della mia carriera, soprattutto considerata la mia età. Non vi ringrazierò mai abbastanza, significa molto per me”.

Tra le donne invece il premio è andato a Federica Pellegrini, capace di ritornare sul trono mondiale dei suoi amati 200 stile libero (terzo “Oscar” per la Divina), in un albo d’oro nel quale troviamo Steffi Graf (1988), Serena Williams (2002 e 2013), Justine Henin (2007) e la nostra Flavia Pennetta (2015).

Se Roger è riuscito a rivincere Wimbledon a quattordici anni dalla prima volta, non possiamo sorprenderci che sia stato capace di “convincere” la redazione della Rosea a distanza di dodici anni dalla prima e dieci dall’ultima volta. E se anche il Direttore si è sbilanciato sul chi sia il più forte tennista di tutti i tempi, Federerexpress non ha più limiti.

A questo punto al giovincello elvetico non resta che puntare il “record” di Bolt, sei volte vincitore del premio Gazzetta: il giamaicano oramai ha appeso le scarpette al chiodo, Roger ha la strada spianata…

CATEGORIE
TAG
Condividi