ATP Ranking: top 10 immobile, Anderson tallona Carreno Busta

Il sudafricano guadagna tre posizioni e si porta a soli cinque punti dal decimo posto in classifica. Salgono i campioni della settimana Kyrgios (17), Monfils (39) e Simon (57)

ATP Ranking: top 10 immobile, Anderson tallona Carreno Busta

“Heri dicebamus” (Luigi Einaudi, Corriere della Sera del 22 agosto 1943). Con meno pathos, dato l’argomento del quale ci occupiamo, potremmo dire: dove eravamo rimasti con la classifica ATP alla fine del 2017? Limitando l’analisi ai primi 100 giocatori del mondo osserviamo, tra le altre cose, che:

  • L’età media è di 28 anni e 4 mesi; quella dei primi 10 di 27 anni e 6 mesi.
  • Ivo Karlovic è l’unico nato negli anni ’70 e ovviamente il più anziano dei 100; il diciottenne Denis Shapovalov il più giovane.
  • Gli over 30 sono trentadue.
  • L’Europa conta 60 top 100; il Nord America 12; il Sud America 9; l’Asia 7 ; l’ Eurasia 7; l’Australia 3 e l’Africa 2.
  • Quaranta Nazioni vantano almeno un giocatore tra i primi 100. La Francia comanda la classifica con 10 tennisti, seguita dagli Stati Uniti con 9. Ottava l’Italia con 4 rappresentanti.
  • Mediamente nel 2017 i 100 migliori giocatori al mondo hanno guadagnato 1,4 milioni di dollari in premi. Rafael Nadal guida il gruppo con 15,8 milioni e Blaz Kavcic lo chiude con 167.000. In quarantadue hanno raggiunto o superato il milione di dollari.
  • Tolti i 5 milioni di dollari vinti da Alexander Zverev, i restanti nove under 21 si sono spartiti mediamente 822.000 dollari cadauno. Sufficienti, crediamo, per un buon cenone di fine anno in famiglia.

Torniamo all’attualità. I tre tornei classe 250 disputati a cavallo tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018 (Doha, Pune e Brisbane) hanno portato alcune novità. I tre vincitori – Monfils, Simon e Kyrgios – hanno guadagnato complessivamente 44 posizioni. Più precisamente Kyrgios è salito dalla 21esima alla 17esima posizione, a un passo da John Isner che lo precede; Monfils dalla 46esima alla 39esima e Simon dalla 89esima alla 57esima.

 

Più significativi in prospettiva i progressi del talento australiano classe ’99 Alex De Minaur, che di posizioni ne guadagna 41 grazie alla semifinale di Brisbane e si asside al 167esimo posto, e del suo quasi coetaneo Andrey Rublev, finalista a Doha, che sale al 32esimo posto (+ 7); per entrambi è il miglior piazzamento in carriera. Kevin Anderson, battuto da Simon a Pune, bussa alle porte della Top Ten dalla quale dista solo 5 punti. Escono dalla top 100 Blaz Kavcic (n.110) e Gerald Melzer (102) sostituiti da Rogerio Dutra Silva (n. 100) e dal 21enne ragazzo-padre Taylor Fritz (n. 92). Alla prossima settimana.

EMIRATES ATP RANKING – TOP 20

  1. Rafa Nadal 10600
  2. Roger Federer 9605
  3. Grigor Dimitrov 4990
  4. Alexander Zverev 4610
  5. Dominic Thiem 4060
  6. Marin Cilic 3805
  7. David Goffin 3775
  8. Jack Sock 3165
  9. Stan Wawrinka 3060
  10. Pablo Carreno Busta 2615
  11. Kevin Anderson 2610 (+3)
  12. Juan Martin del Potro 2595 (-1)
  13. Sam Querrey 2535
  14. Novak Djokovic 2335 (-2)
  15. Jo-Wilfried Tsonga 2320
  16. John Isner 2265 (+1)
  17. Nick Kyrgios 2260 (+4)
  18. Lucas Pouille 2235
  19. Andy Murray 2140 (-3)
  20. Tomas Berdych 2050 (-1)

EMIRATES ATP RANKING – I PRIMI 10 ITALIANI

  • Fabio Fognini (27) 1670
  • Paolo Lorenzi (45, -2) 1095
  • Thomas Fabbiano (72, +1) 701
  • Andreas Seppi (87, -1) 616
  • Marco Cecchinato (106, +3) 543
  • Matteo Berrettini (130, +5) 442
  • Stefano Travaglia (131, +3) 440
  • Alessandro Giannessi (161, -7) 341
  • Simone Bolelli (174, -3) 305
  • Salvatore Caruso (209, -5) 254

CATEGORIE
TAG
Condividi