Djokovic: “Non sono guarito al 100%”. Nadal e la sua nuova prima volta

Nole ha un nuovo servizio, Rafa non sente la mancanza di zio Toni, Simona è rilassata. Grigor pensa solo al tennis, Nick sembra un uomo nuovo

Djokovic: “Non sono guarito al 100%”. Nadal e la sua nuova prima volta

Con l’imminente inizio del primo Slam stagionale, i tennisti si sottopongono alle consuete conferenze stampa pre-torneo e ovviamente c’era grande interesse nel rivedere il campione serbo. Djokovic ha esordito dicendo che si sente “ancora giovane dentro e amo questo sport, Roger e Rafa hanno dimostrato che l’età è solo un numero”. Parlando poi delle condizioni fisiche ha rassicurato in parte i tifosi: “L’infortunio non è guarito al 100% ma so di poter giocare senza peggiorare le condizioni del mio gomito e migliora ogni giorno. In compenso di positivo c’è il fatto che ho passato molto tempo con la mia famiglia”. L’argomento è stato anche arricchito con altri dettagli: “Il problema al gomito lo avevo da prima di Wimbledon ma in estate è diventato impossibile sopportarlo, comunque in questa pausa non mi sono sottoposto a nessuna operazione. Ora non vedo l’ora di testare in partita il mio nuovo servizio!”.

Le principali speranze del pubblico australiano sono riposte in Nick Kyrgios il quale sembra che stia marciando sulla strada giusta, come ha dimostrato successo a Brisbane. “In quel torneo mi sono trovato ad affrontare diverse sfide, un paio di volte ho rimontato un set. Il principale miglioramento è stato l’atteggiamento che ho assunto in campo”. Parlando poi del suo giovane connazionale De Minaur che, come lui, ha raggiunto la finale in un torneo di casa fa sapere con un pizzico di ironia che “ci metti un attimo sentire la pressione, ricordo che anche io a inizio carriera avevo questo problema… e poi Murray mi distrusse in campo a Toronto. La cosa mi riportò indietro sulla terra. Adesso sento di avere la pressione in qualsiasi torneo vada, ma mi sto abituando a questo livello”.

 

A parlare ai microfoni c’è stato anche Grigor Dimitrov, sconfitto proprio da Kyrgios la settimana scorsa e il bulgaro ha detto che, nonostante i progressi visibili degli ultimi mesi “io sto continuando a fare le cose in maniera semplice, si tratta solo di progredire e quello che voglio fare è sempre migliorarmi”. Insomma pare che anche Dimitrov stia mettendo la testa a posto: “Ora mi sto concentrando solo sul mio lavoro, il tennis, e lo faccio match dopo match”.

Questo torneo rappresenta per Nadal il primo Slam senza la guida dello zio Toni, ma il maiorchino ci ha tenuto a sottolineare che “lui sarà coinvolto nella mia carriera nella misura in cui desidera. Comunque ci sono stati un sacco di altri tornei disputati senza di lui”. Sta tornando in auge anche la polemica scoppiata su Margaret Court e con diplomazia Rafa evita commenti compromettenti: “Non ho informazioni a sufficienza per dire qualcosa, io sono qui per giocare a tennis e non essere coinvolto in questioni sulle quali ho poca influenza”. Il fenomeno iberico conclude poi osservando che “è la prima volta che vengo qui senza aver disputato tornei, ma mi sento bene”.

A parlare non sono solo i tennisti ATP , anche la n.1 del ranking WTA si è presentata in conferenza stampa. Contrariamente a quanto si potrebbe credere, Halep ha affermato che “essere in questa posizione mi piace e non mi mette pressione, anzi mi sento rilassata e pronta per raggiungere altri obiettivi, in questo periodo inoltre riesco anche a divertirmi di più quando sono in campo”.

CATEGORIE
TAG
Condividi