Australian Open: Mate Pavic a caccia della doppietta

Il 24enne croato in finale sia nel doppio maschile (con l'austriaco Marach), che nel misto (in coppia con Dabrowski). Proverà a centrare il secondo Slam in carriera

Australian Open: Mate Pavic a caccia della doppietta
Mate Pavic e Oliver Marach - Australian Open 2018 (foto via Twitter, @AustralianOpen)

Vincendo la finale di domani contro Roger Federer, Marin Cilic potrebbe salire a quota due Slam, ma c’è un suo connazionale, per il momento ancora lontano dalle luci della ribalta, che ha la possibilità di fare ancora meglio. Si tratta del doppista Mate Pavic, presente sia nella specialità maschile che mista. Il 24enne proveniente da Spalato ha iniziato ad ottenere risultati di gran prestigio soprattutto lo scorso anno, quando in coppia con l’austriaco Oliver Marach ha raggiunto la finale di Wimbledon – persa poi da Cabal/Farah – e ha vinto gli US Open in doppio misto con Laura Siegmund, prima di concludere l’anno al Masters di Londra. Adesso si appresta ad entrare nella top 15, ma tutto questo non è stato al momento sufficiente per convincere il selezionatore della Croazia Zeljko Krajan a puntare su di lui. Pavic, che come vi avevamo raccontato lo scorso anno è sempre stato interessato a difendere i colori della sua nazione, e lo ha fatto sia nelle categorie juniores che in tre occasioni in Coppa Davis; tuttavia da tre anni a questa parte, delle incomprensioni con Krajan ancora irrisolte gli stanno tenendo le porte sbarrate. In patria, considerando il successo sempre crescente di Pavic, molti si auspicano una riconciliazione tra i due similmente a quanto accaduto con Coric (che non prese bene l’esclusione dalla finale 2016 ma che poi è tornato a giocare in Davis) ma quel che è certo è che il prossimo turno lo passerà sicuramente a casa.

Per quanto riguarda questa edizione dell’Austalian Open, il partner con il quale ha raggiunto la finale è lo stesso con il quale ha giocato per la maggior parte del tempo lo scorso anno, il 37enne Marach. I due beneficiari della testa di serie n. 7 hanno perso un set ad ogni match disputato, salvo il primo turno, e il caso ha voluto che il loro avversari in finale saranno proprio i due colombiani Farah e Cabal, teste di serie n. 11 che li sconfissero a Wimbledon nel 2017. La finale si giocherà sulla Rod Laver Arena dopo la conclusione della finale femminile di singolare. Per la categoria di doppio misto invece, l’atto conclusivo si disputerà domani e il croato sarà affiancato dalla 25enne canadese Gabriela Dabrowski, mentre dall’altra parte della rete troveranno l’indiano Bopanna e l’ungherese Babos, che avrà dunque anche lei la possibilità di fare due su due nel doppio dopo la vittoria in coppia con Mladenovic.

 

Embed from Getty Images

CATEGORIE
TAG
Condividi