Azarenka, uno spiraglio di luce: sarà in campo a Indian Wells

La bielorussa ha accettato la wild card offertale dal torneo dove ha trionfato nel 2012 e nel 2016. La disputa legale per l'affidamento del figlio la tiene fuori dal circuito da luglio

Azarenka, uno spiraglio di luce: sarà in campo a Indian Wells

“È un posto speciale, ce l’ho nel cuore”. Victoria Azarenka parla così di Indian Wells, dove ha sollevato il trofeo nel 2012 contro Sharapova e nel 2016 superando in finale Serena Williams. Un amore evidentemente ricambiato dall’organizzazione del Premier californiano, che ha ufficializzato una wild card per l’ex numero uno del mondo (assente nella scorsa edizione per la fresca maternità). Una schiarita – la interpretiamo così – in vista dell’auspicato ritorno in campo della bielorussa, assente dal giro dallo scorso luglio quando perse gli ottavi a Wimbledon contro Simona Halep. Negli ultimi mesi Vika ha dovuto dare priorità al piccolo Leo, il figlioletto nato a dicembre 2016 dall’interrotta relazione con Billy McKegue e al centro di un’estenuante disputa legale.

DALLE AULE… – L’ex hockeysta aveva intentato causa presso un tribunale di Los Angeles rivendicando il diritto all’affidamento del neonato: in attesa della pronuncia definitiva, il giudice aveva vietato al piccolo qualsiasi spostamento oltre i confini californiani, vincolando di fatto anche la madre a non poter proseguire la carriera da tennista in giro per il mondo. La partecipazione a Indian Wells (dal 5 al 18 marzo) sarebbe quindi geograficamente compatibile con lo stato attuale della vicenda. Azarenka, nel mentre, spera in un’evoluzione favorevole legata al difetto di giurisdizione di recente riscontrato nella sentenza del giudice statunitense. L’obiettivo dei legali della bicampionessa degli Australian Open (2012 e 2013) è riportare la questione nelle mani della giustizia bielorussa, per ottenere l’autorizzazione a stabilirsi con il piccolo Leo nel Paese natio.  

 

…AL CAMPO – In attesa di evoluzioni, Vika – rimbalzata a 28 anni al numero 208 del ranking – dovrebbe ripartire dal Qatar tra meno di due settimane in virtù della wild card offertale dagli organizzatori del Premier 5 di Doha. Il suo cammino proseguirebbe quindi con quello che per lei è adesso il torneo “di casa”, dopo la ‘falsa’ partenza di questo 2018 e la necessità di rinunciare all’Australian Open. “Ho sempre amato giocare a Indian Wells, e non potrei essere più entusiasta di tornarci a marzo per competere per il mio terzo titolo, le sue parole cariche di speranza affidate al comunicato stampa. Soddisfazione condivisa dal direttore del torneo Tommy Haas, che ha annunciato l’assegnazione nelle prossime settimane di altre cinque wild card nel tabellone maschile e di altre sette per le donne.

WTA Indian Wells 2018 – Entry list

CATEGORIE
TAG
Condividi