ATP Challenger, week 6: dove giocano gli italiani

Solo un italiano, Arnaboldi a Budapest, impegnato nel circuito Challenger la prossima settimana. Il resto tenta le qualificazioni nel circuito maggiore

ATP Challenger, week 6: dove giocano gli italiani

Saranno ancora tre i challenger in programma la prossima settimana: si prosegue con gli States, spostandosi da Dallas a San Francisco, con l’Australia, da Burnie a Launceston, e con l’Europa, da Quimper a Budapest. Il torneo più ricco sarà quello californiano, che mette in palio $100.000. Seguono Launceston con $75.000 e Budapest con $64.000. Due soli top 100, entrambi a Budapest, e un solo italiano nei tabelloni principali, Arnaboldi, anch’egli in Ungheria, con gli altri impegnati nelle varie qualificazioni ATP.

San Francisco ($100.000, USA, Cemento)

 

Nessun italiano presente in tabellone a San Francisco. Guida il kazako Alexander Bublik, numero 131 al mondo, e opposto al primo turno all’americano Dennis Novkov (il poveretto è al terzo challenger consecutivo che trova il numero 1 al primo turno: Nishikori a Newport Beach e Dallas, e Bublik qui). Le restanti sette teste di serie sono tutte nordamericane. Sei gli statunitensi, McDonald, Mmoh, Kudla, Klahn e Rubin, e due canadesi: Peliwo e Schnur. Il giapponese Kaichi Uchida, numero 338, è l’ultimo giocatore ammesso in tabellone. Nelle qualificazioni era presente il vicentino Francesco Ferrari, ventenne numero 1028 ATP, eliminato in tre set dal brasiliano Karue Sell (540 ATP).

Launceston ($75.000, Australia, Cemento)

Marcel Granollers, numero 138, è la prima testa di serie dell’ultimo torneo della lunga estate australiana, iniziata a Playford il primo dell’anno. Il secondo favorito è il giapponese Yoshihito Nishioka. Seguono i King (entrambi americani, Kevin e Evan, ma nessuna parentela), Stephane Robert, vincitore ieri a Burnie, Bolt, Kubler e Christian Harrison. Ultimo ammesso il britannico Brydan Klein, numero 322. Nelle qualificazioni era presente Liam Caruana, qualificatosi a Burnie e sconfitto in tre set proprio da Stephane Robert, eliminato al secondo turno dal francese Gianni Minà.

Budapest ($64.000, Ungheria, Cemento Indoor)

Il giocatore di casa, Marton Fucsovics, è il primo favorito del torneo. L’ungherese, numero 63 ATP e recente sorpresa degli Australian Open, se la vedrà con il connazionale Attila Balazs al primo turno. A fargli compagnia tra i favoriti, l’altro top 100 in tabellone, il canadese Vasek Pospisil, opposto al bulgaro Ignatik al primo turno. Presenti una serie di giovani promesse come Halys, Ymer, Auger-Aliassime, e il diciassettenne spagnolo Nicola Khun, che affronterà il nostro Andrea Arnaboldi. Tre gli azzurri nelle qualificazioni: Andrea Pellegrino, che si giocherà domani l’accesso al tabellone contro il russo Alexander Vasilenko (568 ATP), Alessandro Bega, impegnato ora nel secondo turno contro il tedesco Marc Sieber (383), e Filippo Baldi, eliminato ieri dall’austriaco Lenny Hampel.

CATEGORIE
TAG
Condividi