ATP Sofia: Seppi comincia bene, ora Muller. Fuori Caruso

Ottimo l'esordio di Andreas (6-3 6-4 a Youzhny). Caruso (ripescato come lucky loser) cede in due set a Baghdatis. Sorpresa Mirza Basic: battuto Kohschreiber

ATP Sofia: Seppi comincia bene, ora Muller. Fuori Caruso
Andreas Seppi - Australian Open 2018 (@RDO foto)

SEPPI C’È – È il giorno dell’esordio di Andreas Seppi: lo sfidante è il veterano russo Mikhail Youzhny, ex n.8 del mondo, dal rovescio dorato. I precedenti tra i due, piuttosto datati, vedono il nostro rappresentante in netto svantaggio, ma oggi è un altro giorno perché il quasi trentaquattrenne di Caldaro fornisce una prestazione di grande qualità sotto ogni profilo. I due fondamentali funzionano a meraviglia ma ciò che più impressiona è la rapidità con cui si muove in campo. Inutile negare che gli ottimi risultati della recente trasferta australiana (vittoria nel Challenger di Canberra e ottavi a Melbourne) gli abbiano infuso tanta fiducia. Il primo set sarebbe stato quasi perfetto se non fosse stato costretto ad annullare tre palle break consecutive nel nono game, poi archiviato da Andreas con un ace. Nel secondo parziale, Seppi mantiene alto il livello di gioco senza mai accusare cali di concentrazione e facendo ben sperare per il prossimo incontro. Ad attenderlo il lussemburghese Gilles Muller (tds n.3), uno che su questi campi sa come si vince. Precedenti in perfetta parità: 3 vittorie a testa.

CARUSO SCONFITTO CON ONORE – Il siciliano Salvatore Caruso, ripescato come lucky loser per il forfait di Mikhail Kukushkin, trova al di là della rete l’esperto cipriota Marcos Baghdatis, ex top ten. L’azzurro entra subito in partita ‎procurandosi più volte la chance di brekkare l’avversario, in deficit con la prima di servizio. Il venticinquenne di Avola ne approfitta portandosi avanti 3 a 1 ma la rimonta del “vecchio” Marcos non si fa attendere. La partita sembra assestarsi sui binari dell’equilibrio, molti gli scambi lottati e i punti in bilico. Si giunge così al tie-break dove la maggiore esperienza del cipriota fa la differenza. Nel secondo parziale il buon Salvatore continua a giocare piuttosto bene ma gli manca quel quid che gli consentirebbe di mettere la testa avanti. Baghdatis, forte di un break maturato nel terzo game, non concede più nulla e si regala la sfida con l’eroe di Francia, Adrian Mannarino (tds n.2). Nonostante qualche indecisione nei momenti più delicati, il nostro giocatore ha interpretato il match nella maniera corretta; si vede lo zampino del suo coach, Paolo Cannova, che sta trasmettendo al suo assistito la giusta mentalità per competere a certi livelli. Si tratta di un processo di crescita graduale che necessita di pazienza, costanza e tanti sacrifici ma è l’unica strada percorribile per ambire a traguardi importanti.

 

ALTRI INCONTRI – Il rumeno Marius Copil (n.93 ATP) elimina un po’ a sorpresa l’olandese Robin Haase, testa di serie n.5, in un match in cui è apparso particolarmente ispirato al servizio. Negli ottavi affronterà lo sloveno Blaz Kavcic che ha battuto il serbo Laslo Djere con un doppio 6-4. Negli ultimi match della sessione serale lo slovacco Lukas Lacko si fa rimontare in modo rocambolesco nel derby contro il qualificato Jozef Kovalik, n.187 ATP. Il venticinquenne di Bratislava vince 7-5 al terzo. L’ultimo match in programma vede Mirza Basic, proveniente dalle qualificazioni, sfidare un altro tedesco Philipp Kohlschreiber ‎(nella giornata di ieri il bosniaco aveva passeggiato su quel che resta di Florian Mayer). Il numero 129 del mondo sa di essere nettamente sfavorito, ma forse è proprio questa consapevolezza che gli consente di giocare con una certa disinvoltura e conquistare inaspettatamente il primo parziale. Nel secondo set la partita è in perfetto equilibrio fino al 6 pari; nel game decisivo, però, il ventiseienne di Sarajevo compie l’impresa. Certamente il tennista di Augsburg, con un passato da n.16 del mondo e prossimo alle 35 primavere, è nella fase discendente della sua carriera e le sconfitte contro giocatori fuori dalla top 100 iniziano ad essere troppe.

Risultati:

Primo turno

M. Marterer b. M. Jaziri 7-6(3) 6-4
M. Copil b. [5] R. Haase 7-6(5) 6-4
A. Seppi b. M. Youzhny 6-3 6-4
B. Kavcic b. L. Djere 6-4 6-4
M. Baghdatis b. [LL] S. Caruso 7-6(4) 6-4

Secondo turno

[Q] M. Basic b. [4] P. Kohlschreiber 7-5 7-6(5)
[Q] J. Kovalik b. L. Lacko 4-6 6-2 7-5

Alessandro Calia

CATEGORIE
TAG
Condividi